Assistenza, soccorso e salvataggio: gli interventi dei carabinieri durante l’emergenza neve

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Tracciato il bilancio delle attività svolte dai militari durante i giorni più critici. Tra le operazioni più delicate l’intervento per salvare una famiglia intossicata dal monossido di carbonio


AGNONE. Emergenza neve, i carabinieri di Agnone fanno il bilancio delle operazioni di assistenza, soccorso e salvataggio effettuati in favore di cittadini in situazioni di grave disagio e in alcuni casi anche di pericolo.

Il bilancio complessivo parla di soccorso a sette macchine rimaste isolate, con a bordo venti persone, di cui tre bambini. Ma i militari hanno anche consegnato generi di prima necessità presso due case di riposo per anziani, alimenti e farmaci a numerose abitazioni difficili da raggiungere. Sono state poi effettuate operazioni di soccorso e accompagnamento in ospedale, per sottoporsi a dialisi, di tre persone anziane impossibilitate a muoversi. I carabinieri hanno inoltre accompagnato alcuni allevatori, per consentire loro di somministrare il foraggio agli animali rimasti isolati all’interno delle stalle.

Poi il caso del soccorso prestato a una famiglia, due adulti e tre bambini, rimasti intossicati da monossido di carbonio per il malfunzionamento di una caldaia, tutti portati in spedale per le cure del caso.

Innumerevoli, infine, gli interventi di assistenza ad automobilisti rimasti in panne con i propri veicoli. In tutti i casi i Carabinieri sono intervenuti anche grazie all’impiego del ‘gatto delle nevi’, in dotazione alle stazioni di Agnone e Capracotta, il cui utilizzo si è rilevato davvero provvidenziale.