A Isernia la neve danneggia strade e scuole: chiesto lo stato di emergenza

A Isernia la neve danneggia strade e scuole: chiesto lo stato di emergenza

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L’appello del presidente Lorenzo Coia alla Regione affinché si faccia portavoce presso il Governo per far fronte alle criticità provocate dal maltempo



ISERNIA. Superata l’emergenza provocata dalla recente ondata di maltempo è iniziata la conta dei danni, che appaiono, già dalle prime verifiche, ingenti. Per questo il presidente della Provincia Coia lancia l’appello alla Regione affinché si attivi, facendosi portavoce presso il Governo, per chiedere il riconoscimento dello stato di emergenza. Secondo quanto rilevato dall’ente di via Berta sia le nevicate che le temperature polari hanno provocato numerosi danni alle strade e alle undici strutture scolastiche di competenza provinciale. Non solo. Danneggiati dal maltempo anche numerosi allevamenti, aziende agricolo e colture.

Per questo la Provincia ha ufficialmente chiesto alla Regione Molise di farsi portavoce presso il Governo nazionale affinché venga dichiarato lo stato di emergenza. “Tale richiesta – si legge nell’istanza - sarà utile al fine di assicurare l'organizzazione e l'effettuazione dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione interessata dagli eventi eccezionali, ma anche al ripristino della funzionalità dei servizi pubblici e delle infrastrutture di reti strategiche, entro i limiti delle risorse finanziarie disponibili. E alla ricognizione dei fabbisogni per il ripristino delle strutture e delle infrastrutture, pubbliche e private, danneggiate, nonché dei danni subiti dalle attività economiche e produttive”.