Difesa sanità pubblica, la Cgil scende in campo

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il sindacato, contrario all’approvazione dei Piani Operativi con legge nazionale, annuncia l’esposto al Presidente della Repubblica e comunica l’avvio di un tour informativo per gli ospedali molisani


CAMPOBASSO. La Cgil è pronta a scendere in strada per “difendere il diritto alla salute dei cittadini”. E annuncia: “Dal 23 agosto avvieremo un tour per gli ospedali del Molise per informare le comunità sul torto subito dal Governo centrale che, con l’approvazione della famigerata manovrina, ha approvato i Piani Operativi togliendo alla Regione ogni possibilità di scelta sull’organizzazione del comparto sanitario. Una violazione costituzionale per la quale abbiamo anche scritto al Presidente della Repubblica”.

Queste le dichiarazioni degli esponenti sindacali Susanna Pastorino e Franco Spina, nel corso di una conferenza stampa, nella quale è stata aspramente criticata l’attuale organizzazione degli ospedali molisani, al fronte di nuove proposte da mettere in campo.

“Negli ospedali della regione si sta in trincea tutti i giorni – ha dichiarato la Pastorino - C’è un depauperamento della qualità del servizio da rendere al cittadino. Questo piano sanitario provoca la riduzione dei posti letto nei nosocomi pubblici e l’inadeguatezza delle strutture territoriali. Il sistema pubblico ne esce dimensionato rispetto al privato”. Di qui la necessità di un’inversione di tendenza. “La Cgil – ha proseguito Spina -  propone di investire maggiori risorse sul pubblico, in termini di strutture e di personale; l’aumento dei posti letto post ricovero per rispondere più da vicino alle esigenze dei cittadini e, soprattutto, la riduzione dei ticket e delle liste d’attesa. Noi non siamo contro l’offerta sanitaria privata, ma siamo per un’integrazione equa ed efficiente”.

Il tour informativo, come anticipato, avrà inizio il 23 agosto presso l’ospedale Cardarelli. Poi il camper della Cgil si sposterà, il giorno 25, al Veneziale di Isernia. Il 30 agosto appuntamento al San Timoteo di Termoli, mentre il 31 approdo al Vietri di Larino. Il giro continuerà il 1 settembre al Caracciolo di Agnone e il giorno 6 al SS Rosario di Venafro.