Isernia, tirocini formativi: Fantozzi interroga Coia

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il ‘caso’ dell’esclusione degli aspiranti tirocinanti rivoltisi al Centro per l’impiego pentro finisce in Consiglio provinciale. A chiedere chiarezza il consigliere di Insieme per il Molise


ISERNIA. La controversa questione relativa al bando per i tirocini formativi over 30 del bacino non ricadente nell’area di crisi complessa approda anche in Consiglio provinciale a Isernia. I problemi verificatisi presso il Centro per l’Impiego pentro, di ordine informatico e pratico (per le presunte carenze nella formazione del personale), dai quali è scaturita l’esclusione dalle graduatorie di molti aspiranti del territorio isernino, hanno ingenerato più di qualche perplessità. Ed oggi anche il capogruppo di Insieme per il Molise in seno all’assise di palazzo Berta chiede lumi attraverso un’interrogazione rivolta al presidente dell’Ente Lorenzo Coia, il quale – dalla sua – ha già evidenziato come i lavoratori del Cpi dipendano dall’Agenzia Molise Lavoro e non dalla Provincia. Tuttavia, il consigliere Gianni Fantozzi intende “conoscere, in ogni dettaglio, tecnico ed amministrativo, le ragioni per cui la Provincia di Isernia è stata esclusa dai ‘tirocini formativi’ di cui al noto bando regionale. L’argomento – evidenzia – impone di fare estrema chiarezza da parte di codesto Ente”. Il Consiglio provinciale si terrà verosimilmente la settimana prossima.