TURZOTIME0082

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ha detto Cacciavillani che se i Comuni non faticano per il progetto dell'Alto e Medio Sannio si portano sulla coscienza lo spopolamento di quelle aree.
Ha detto che vuole fare un hub dei trasporti con le navette il car sharing e mobilità a basso impatto ambientale.
Cioè ci vuole far andare con la bicicletta, con la navetta come a quella che ci portava all'Argentina a puzzarci di fame e con il car trainato dal mulo di Mario Sciarretta che noi mo già lo chiamiamo Mario Sharringhetta.
Ruzzone ha letto la notizia e ha fatto un discorso di un'ora e mezzo che ha fatto calare la uallera a tutti gli avventori della cantina Iammacone. Non per le cose che ha detto ma perché quelle cose le sappiamo tutti.
Ha detto innanzitutto che Cacciavillani non ha pensato che i Comuni non tengono una coscienza perché sono fatti di carte e di uffici anagrafe e quindi non si portano pesi sulla coscienza.
Poi ha detto che Cacciavillani si è dimenticato di dire che lo spopolamento non dipende dall'approvazione di un progetto ma da come hanno fatto fallire l'Ittierre e dall'impegno che mettono nel trovare dove sono finiti i soldi pubblici dati quando già si sapeva come andava a finire.
Si è dimenticato di dire che quando mancano mille stipendi e nessuno ci dice perché è difficile che uno poi riesce a credere che lo spopolamento si risolve collegando la Fresilia alla fondovalle Verrino.
E poi, Cacciavillani ha usato due parole che usa sempre Danilo Leva: ‘coeso’ e ‘condiviso’.
E a noi, quando sentiamo quelle parole, ci viene un hub al fegato che manco Neuromed c' po'.

Politica

Altri articoli

Cronaca

Altri articoli

Cultura

Altri articoli

Video

Altri Video
Watch the video

Sport

Altri articoli

Lavoro

Altri articoli

Foto Gallery

Altri articoli

Foto a cura di Pino Manocchio. Diritti riservati. 
Visite: 14391

Gli scatti più belli della sfilata degli ingegni del Di Zinno a cura di Pino Manocchio
Visite: 16518