HomeSenza categoriaRaffaele Mauro: Comune tempio della legalità, gli appalti saranno passati al setaccio

Raffaele Mauro: Comune tempio della legalità, gli appalti saranno passati al setaccio

Ore 01:11:45. Comune come organizzazione modello, sinonimo di legalità. Questo l’intento principale del candidato sindaco Raffaele Mauro, che vuol fare di Isernia “un’amministrazione che funziona, dove il pubblico è amico del cittadino, i cui funzionari siano parte attiva della trasformazione, dove le risorse pubbliche siano ben usate e quelle private mobilitate. E dove il controllo dei cittadini sul funzionamento dei servizi sia sempre presente”. L’avvocato, nel suo programma, punta molto alla riorganizzazione e ottimizzazione dei servizi esistenti, ma in un’ottica di incremento e ripensamento di quelli alla persona, per i giovani, per gli anziani e per l’economia, in una visione organica e funzionale che sappia garantire oggettive utilità soprattutto  contro le patologie legate alla solitudine e alle  droghe. La legalità, in particolare, passa per l’introduzione di “rigorosi canoni di condotta per tutti i dipendenti, per il  controllo continuo della conduzione di appalti e subappalti, per la verifica e la revisione dei contratti in corso, per la piena estensione del sistema degli appalti in base all’offerta economica vantaggiosa e l’abolizione del massimo ribasso. Senza dimenticare una lotta serrata all’evasione dei tributi locali”. In osservanza con l’iniziativa condotta da Fli, partito che appoggia l’avvocato Mauro, l’ex presidente della Provincia intende escludere dalle  nomine gli  indagati,  i rinviati a giudizio o i condannati anche solo in primo grado per reati contro la Pubblica amministrazione e la fede pubblica. Ma anche eliminare ogni  esternalizzazione dei servizi e delle   funzioni. Buone notizie anche per le imprese fornitrici del Comune. Mauro vuol garantire i pagamenti entro 60 giorni, come da direttiva europea, inserendo nei capitolati di opere pubbliche clausole che obblighino le imprese – ma anche il Comune, se è sua la responsabilità dei lavori – a risarcire negozi, laboratori e altri operatori economici in caso di prolungamento dei lavori stessi oltre i termini previsti. Saranno inoltre escluse le imprese in cui si accerti uso di lavoro nero, omissione delle norme di sicurezza, evasione fiscale e contributiva, premiando così le imprese virtuose. Sempre in primo piano, nel programma del candidato sindaco della ‘Farfalla’, figurano anche la modernizzazione e l’informatizzazione del sistema di accesso ai servizi da parte dei cittadini.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Cammini di Fede, in Molise censiti Cercemaggiore e Castelpetroso

Per un turismo esperienziale e di qualità: la soddisfazione dell'Ufficio pastorale turismo sport CAMPOBASSO-ISERNIA. L’Ufficio Nazionale della Pastorale del Turismo della Conferenza Episcopale Italiana ha...