HomeNotizieCULTURA & SPETTACOLI'Puliamo il mondo', scuole a sostegno dell'ambiente

'Puliamo il mondo', scuole a sostegno dell'ambiente

Un gruppo di studenti impegnati nell’iniziativa

Anche quest’anno Legambiente promuove in Italia la campagna ecologica “Puliamo il Mondo” che si inserisce nell’ ambito della più grande iniziativa di volontariato ambientale del pianeta “Clean up the World”. Il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise aderisce quest’anno all’iniziativa coinvolgendo  anche i ragazzi e le scuole del territorio. È in questo contesto che si inserisce il progetto integrato dell’associazione Campo Base ONLUS di Isernia  in sinergia con il circolo didattico S. Pietro Celestino del capoluogo pentro e il PNALM (Parco Nazionale Lazio Abruzzo e Molise). L’associazione Campo Base, che fa parte della rosa che compone la federazione ISLife di Isernia, ha partecipato anni addietro alla spedizione in Nepal sostenuta dall’Unicef per portare aiuti umanitari all’ospedale pediatrico di Kathmandu e in più riprese è stata parte attiva dei soccorsi ai terremotati dell’Abruzzo e dell’Emilia. Ha preso parte negli anni passati alla stessa iniziativa ‘Clean Up the World’ ripulendo il corso del fiume San Michele con i suoi esperti di torrentismo e questa volta si è proposta di agire partendo dalla base, rivolgendosi a coloro che saranno gli adulti di domani, sensibilizzandoli alle problematiche ambientali quali l’eccesso di produzione di rifiuti, i danni provocati all’ambiente da comportamenti incivili, l’inquinamento da gas di scarico delle automobili etc.  Gli alunni delle classi IV D e V D hanno incontrato in una prima fase un operatore del PNALM che ha illustrato una realtà forse ancora sconosciuta per molti di loro e a pochi chilometri da casa: i territori del Parco. Attraverso storie, racconti , immagini e video,  i bambini hanno scoperto che nelle nostre vicine montagne si nasconde una flora e una fauna fiabesca: l’ orso marsicano, i lupi, i cervi, i camosci, i caprioli, i gatti selvatici. Nella seconda fase i bambini si sono recati nella mattinata venerdì 28 settembre sul sentiero che conduce da via Roma all’eremo di SS Cosma e Damiano con l’intento di restituire decoro a un sentiero non curato e maltrattato dai cittadini. Attrezzati di guanti e buste hanno fatto piazza pulita di cartacce, bottiglie e piatti di plastica, bottiglie di vetro e altri rifiuti. Davvero ottimo è stato il risultato conseguito: sono stati raccolti dieci bustoni di rifiuti. Lo scopo di questa passeggiata è stato anche quello di conoscere una porzione di territorio comunale. L’auspicio degli organizzatori dell’inziativa è di poter attuare una terza fase di questo progetto con un’uscita didattica direttamente nel territorio del PNALM.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

‘Un volo molto rapido’: Carovilli ricorda le donne vittime di violenza

In scena il monologo di Greta Rodan, interpretato da Andrea Cacciavillani, con le musiche del Maestro Francesco Cipullo e con una performance canora e...