HomeSenza categoriaSgombero neve, tuona la Coldiretti: la Provincia di Isernia non paga

Sgombero neve, tuona la Coldiretti: la Provincia di Isernia non paga

Agricoltori infuriati: sgombero neve non ancora retribuito (foto archivio)

Coldiretti Isernia tuona contro l’Amministrazione provinciale. Gli spartineve appaltatori del servizio per conto della Provincia di Isernia si sono, infatti, riuniti nella serata di ieri, negli uffici della sede provinciale Coldiretti di Isernia, per fare il punto sulla  situazione che si è venuta a creare con l’ente, a causa del mancato pagamento del servizio di sgombero neve effettuato lo scorso inverno. Le abbondanti nevicate dello scorso febbraio, per dieci giorni, dal 3 al 13 febbraio, hanno costretto gli agricoltori a lavori straordinari con i loro mezzi agricoli, opportunamente equipaggiati, per garantire i necessari e tempestivi interventi indispensabili a liberare da neve e ghiaccio le strade provinciali, soprattutto quelle che collegano i piccoli centri delle aree interne. “Parliamo di una squadra di pronto intervento con decine di mezzi – spiega la Coldiretti pentra – che la Provincia di Isernia ogni anno ingaggia attraverso un appalto, reclutando circa cinquanta operatori, prevalentemente imprenditori agricoli, con i loro mezzi utilizzati per il lavoro nei campi e adeguatamente attrezzati per lo sgombro neve. Purtroppo, a fronte dello straordinario impegno profuso, che per gli agricoltori ha comportato altissimi costi, al momento del dovuto pagamento l’Amministrazione provinciale non ha dato alcun riscontro. I ritardi nei pagamenti potrebbero essere fatali per molte imprese che hanno anticipato anche migliaia di euro per carburante e manutenzioni varie per essere pronti ed efficienti al momento di intervenire, come del resto richiesto dal contratto; sui tempi di pagamento, però, la Provincia di Isernia non ha dato alcuna certezza. Quindi, oltre al danno anche la beffa perché, come spesso accade, lo Stato pretenderà il pagamento delle tasse per i guadagni non ancora riscossi. Perdurando, poi, l’attuale situazione, molte aziende saranno costrette al fallimento, nonostante i crediti vantati nei confronti della Pubblica Amministrazione”. Coldiretti di Isernia, che rappresenta la stragrande maggioranza delle imprese appaltatrici del servizio, nei prossimi giorni metterà in campo opportune iniziative, scaturite già dall’incontro di ieri sera e che verranno ulteriormente arricchite nella prossima riunione già convocata per martedì 16 ottobre alle ore 18,30 sempre presso la sede provinciale del sindacato agricoltori. La Coldiretti chiederà, inoltre, ufficialmente all’Amministrazione provinciale di Isernia un incontro tecnico per esporre ai responsabili dell’ente le problematiche esistenti, i disagi degli operatori della neve, i rischi seri per il futuro dell’attività delle imprese. “L’obiettivo è dunque solo uno – conclude Coldiretti – far avere alle imprese le somme loro spettanti; perché è solo in questo modo che le medesime potranno sopravvivere e continuare a offrire servizi ai cittadini molisani per affrontare i disagi che potranno verificarsi nella prossima stagione invernale”.                                                    P.B.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Locandina Workshop

‘Proteggi la costa, adattati al cambiamento climatico’: workshop a Termoli 

Prevista la presenza di esperti del settore e la visita guidata presso la stazione meteomarina  TERMOLI. Si svolgerà domani, sabato 25 giugno, il secondo workshop dal titolo...