HomeNotizieSPORTIsernia supermarket: svenduti i pezzi pregiati

Isernia supermarket: svenduti i pezzi pregiati

Una foto dell’Isernia tratta dalla pagina Facebook Isernia F.C.

E’ un dato di fatto: lo staff tecnico aveva costruito un bel gruppo. Ne è dimostrazione l’interessamento da parte delle grandi società verso tutti gli svincolati dal club. L’ Isernia inizia a perdere pezzi. Palumbo, è ormai ufficiale, vestirà da domani la maglia biancorossa dell’Ancona. Il centrocampista, ormai ex Isernia, ha salutato squadra, staff tecnico e soprattutto tutti i tifosi con un commovente messaggio su Facebook. Insieme a Palumbo, quindi, l’Isernia nei prossimi giorni potrebbe perdere Ruggieri, che è in trattativa con l’Agropoli, e, se non si correrà ai ripari, molto probabilmente perderà anche Panico, Artiaco, Varchetta e Ricci. In questa situazione sembra anche molto lontano in ritorno di Mingione in biancoceleste. Per il resto, tutto tace. Dopo la sconfitta contro il Marino, la situazione sembra sia calata nel disinteresse più totale. L’ attaccamento alla maglia e  alla città, dimostrato da tutti i giocatori, pare non sia servito a molto. Tutti i big, infatti, ad eccezione di chi ha trovato altri posti dove andare, sono scesi regolarmente in campo, onorando la maglia dell’Isernia. Sembra che a pochi, però, interessi il pallone, o meglio lo sport in generale, perché nel caso in cui nessuno se ne fosse accorto, dopo la pallavolo, la nostra piccola cittadina sta perdendo anche il calcio. E lo sport è molto probabilmente un collante tra sociale, intrattenimento ed economia. A maggior ragione, proprio adesso che i giocatori si sono dimostrati anzitutto uomini e poi dipendenti del club, gli imprenditori e i politici isernini dovrebbero darsi una bella svegliata e portare al presidente dell’ Isernia Fc Gianni Monfreda, cose concrete, non parole. Ci riferiamo a contributi, sponsor, quello che manca all’ unica realtà sportiva cittadina che porta il nome della città fuori regione. A proposito di Regione: dove sono i finanziamenti che il club dovrebbe ricevere per portare lo stemma regionale sulla propria maglia? Pare che siano due anni che la società biancoceleste non riceve neanche un euro di questi finanziamenti, ma non c’è nulla di cui stupirsi. Certo, l’ ululone appenninico, l’abete di Natale, queste sono cose importanti! E’ ora di dire basta. Se una città come Isernia non è capace di portare avanti discorsi sportivi di qualsiasi genere, è più che giusto che la Provincia le venga tolta. Se le poltrone servono solo a far stare comodi pochi privilegiati è giustissimo che Isernia venga privata di tutto e rimanga nella mediocrità. E’ sparita la pallavolo, sta sparendo il calcio, e con la fine del calcio sparirà anche un piccolissimo indotto economico.

SOCIAL NETWORKS- Sulla pagina dell’Isernia F.C. sono numerosissimi i commenti che, giornalmente, dimostrano affetto e stima per chi, fino ad oggi, ha cercato di offrire alla città un diversivo, un intrattenimento che dovrebbe essere considerato collettivo e non personale, senza guadagnarci niente, anzi, rimettendoci di tasca propria e credendo soprattutto nelle facili promesse di numerosi politici ed imprenditori solo per scopi propagandistici. Tutti i giocatori si sono stretti attorno all’ Isernia, al suo presidente e a tutti i tifosi che, nonostante le ultime 4 sconfitte consecutive, hanno continuato ad applaudire la squadra.

JUNIORES – La juniores, intanto, sabato si è aggiudicata il derby contro il Termoli vincendo con il punteggio di 4 – 2.

ISERNIANEWS – Continua l’ iniziativa del nostro portale per dare un contributo concreto alle casse dell’ A.S.D. ISERNIA Fc. Qualche consigliere comunale ha già aderito (oltre la sindaco Ugo De Vivo, Gianni Fantozzi, Raimondo Fabrizio, Stefano Testae Carlo Veneziale), speriamo che il prima possibile aderiscano in tanti, anche semplici cittadini ed imprenditori, poiché l’ iniziativa è rivolta a tutti. Il tempo sta per scadere, tra una settimana si chiude il mercato e chi è stato liberato, potrebbe trovare, anche se a malincuore, una sistemazione migliore.

P.F. 

Pubblicato alle ore 20:17:15

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Bagnoli: tutto pronto per la XII Mostra del Presepe

Fino all'8 gennaio sarà possibile visitare il presepe artistico più grande del Molise BAGNOLI DEL TRIGNO. Tutto pronto per il presepe artistico più grande del...