HomeSenza categoriaSel e Fli, tutti i nomi: già pronte le liste per Politiche...

Sel e Fli, tutti i nomi: già pronte le liste per Politiche e Regionali

Franco Valente
Franco Valente

ISERNIA. Cominciano a delinearsi, almeno su Isernia, le liste a sostegno dell’architetto Paolo Frattura, leader del centrosinistra. Se il Pd candiderà Massimiliano Scarabeo, Cristofaro Carrino, Davide Apollonio e uno tra Luciano Sposato e Carlo Veneziale, Sel risponde con altri quattro pezzi forti. Si rivede Franco Valente, già in lizza nel 2011. Accanto all’architetto venafrano, ci sarebbero il primario facente funzioni del Pronto Soccorso di Isernia, Lucio Pastore; uno tra la giovane dirigente Sara Ferri e il consigliere comunale pentro Giuseppe Iglieri; infine, l’ultima casella potrebbe essere occupata dal segretario regionale in persona, Candido Paglione, che tuttavia i rumors danno tra i favoriti anche per il listino maggioritario accanto a Frattura. Valente, tra l’altro, sembra abbia spuntato anche il posto di capolista al Senato. Dietro di lui, l’avvocato isernino Bice Antonelli, anima del movimento ‘Isernia che vorrei’, la lista civica di Ugo De Vivo. Proprio l’ex sindaco era stato contattato dai vertici di Sel per la candidatura, ma avrebbe gentilmente rifiutato preferendo restare lontano, almeno per un po’, dalla scena politica. Alla Camera, invece, Sel schiererà il leader nazionale Nichi Vendola, seguito da Gigino D’Angelo, sindaco di Montefalcone del Sannio, e Laura Vincelli di Campobasso.

AREA CENTRISTA: IN FLI LA SPUNTA DI VITO. I rumors che volevano l’assessore regionale Michele Scasserra al primo posto di ‘Scelta civica per l’Italia’, la lista messa appunto per la Camera dei Deputati da Mario Monti, sono stati confermati. Ma ora spuntano indiscrezioni anche sugli altri candidati molisani. Dietro Scasserra ci sarebbe un imprenditore edile isernino, forse Eustachio Macari. Al terzo posto, invece, la quota rosa Giuditta De Cristinzi, moglie dell’avvocato ed ex vice sindaco di Venafro Claudio Petrecca. Per il terzo polo si delinea anche la strategia di Fli, almeno per quanto concerne la Camera. Il presidente della Camera Gianfranco Fini dovrebbe essere capolista di Futuro e Libertà in tutte le regioni italiane. Mentre al secondo posto l’ex consigliere comunale di Venafro Massimiliano Di Vito,‘futurista’ sin dal primo vagito del movimento, sarebbe stato ricompensato per il suo impegno nella formazione e crescita del partito. A discapito di Andrea Di Lucente, ex direttore generale dell’Agenzia Sfide, fino a ieri dato per favorito a Montecitorio, specie in virtù del suo forte legame con l’avvocato Raffaele Mauro, designato da Fini in persona a formare le liste del partito, per le Politiche e le Regionali. L’ex assessore provinciale all’Ambiente, a questo punto, sarà sicuramente della partita per Palazzo Moffa. Dietro Di Vito, infine, infine, piazzato un amministratore dell’area termolese. Resta invece da capire con chi andranno i finiani, per le Regionali.
Pubblicato alle ore 1:17:22 
spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

A Montenero il primo Bau Day: giornata dedicata agli amici a...

In programma sabato 3 dicembre a partire dalle ore 10 MONTENERO DI BISACCIA. L’Amministrazione comunale di Montenero Di Bisaccia è lieta di annunciare l’imminente arrivo...