HomeNotizieCRONACAGiallo di Valle Soda, domani l'autopsia

Giallo di Valle Soda, domani l’autopsia

Le forze dell'ordine e alcuni parenti
Le forze dell’ordine e alcuni parenti

ISERNIA. Se si tratta di duplice omicidio o di omicidio-suicidio, sarà solo l’autopsia a svelarlo. Sui corpi dei due amanti (Giuseppe Del Riccio, 59 anni di Macchia d’Isernia e Franca Iacofano, 50 anni di Isernia) trovati morti mercoledì sera in contrada Valle Soda a Isernia, aleggia ancora il mistero. È dagli uffici della Procura di Isernia che il sostituto procuratore e titolare dell’inchiesta, Marco Gaeta, conferirà, domani mattina alle ore nove, l’incarico per l’esame autoptico a un consulente proveniente dalla Capitale, con l’aiuto del medico legale Pierluigi Bontempo, primario dell’ospedale Veneziale della provincia pentra. Saranno loro, insieme a un terzo consulente balistico (anch’egli di Roma), a dichiarare se la tragedia si sia consumata in chiave shakespeariana, quindi con un suicidio finale, oppure, se sia stato una terza persona a provocare la morte dei due amanti. La perizia servirà anche a comprendere se la posizione del fucile a canne mozze trovato sul cruscotto sia compatibile o meno con il rinculo dovuto, verosimilmente, ad un colpo suicida di Del Riccio. Le risultanze di tale perizia saranno vagliate dai Ris di Roma e probabilmente saranno disponibili già dalla prossima settimana. Il fucile da caccia era detenuto illegalmente da Del Riccio, cui era stato ritirato il porto d’armi. Indiscrezioni trapelate riferiscono che l’uomo, qualche tempo fa, utilizzò l’arma, sparando a salve, nel corso di una colluttazione avuta proprio con due dei tre figli della Iaciofano.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

A Montenero il primo Bau Day: giornata dedicata agli amici a...

In programma sabato 3 dicembre a partire dalle ore 10 MONTENERO DI BISACCIA. L’Amministrazione comunale di Montenero Di Bisaccia è lieta di annunciare l’imminente arrivo...