HomeSenza categoriaFrattura e il 'contratto' con i venafrani: "Salverò l'ospedale"

Frattura e il 'contratto' con i venafrani: "Salverò l'ospedale"

Frattura firma il 'contratto' con i venafrani
Frattura firma il ‘contratto’ con i venafrani

VENAFRO. La cornice non è certo quella del salotto televisivo di Vespa. Ma nemmeno Frattura  è sicuramente Berlusconi, nonostante il gesto di ieri abbia avuto il vago sapore della firma del contratto con gli italiani apposta dal Cavaliere, nel 2001, nello studio di ‘Porta a Porta’. Il candidato del centrosinistra, giunto a Venafro per firmare l’impegno con il comitato Ss. Rosario a salvaguardia dell’ospedale, ha garantito che lavorerà per salvare il nosocomio cittadino dai tagli selvaggi previsti nel piano Basso per il riordino della sanità regionale. Perché le condizioni ci sono: “Il Ss. Rosario – ha detto nella sala convegni del presidio sanitario, gremita per l’occasione – è un ospedale di frontiera, in grado di attrarre utenza dalle regioni limitrofe. Ha 300mila potenziali utenti ed è importante scommettere sulla sua esistenza per garantire ai cittadini un’offerta di qualità”. La proposta del Comitato, presentata a Frattura dal leader Gianni Vaccone, promotore del ricorso contro il ridimensionamento della struttura,  consiste nel restituire operatività all’ospedale di Venafro attraverso la riattivazione del Pronto Soccorso, della Rianimazione, del reparto di Ortopedia e dei numerosi ambulatori. Nel Ss, Rosario, insomma, è ancora possibile investire, sfruttando le risorse già esistenti e internalizzando una serie di servizi quali quello di lavanderia o di sterilizzazione, giudicati eccessivamente costosi dal Comitato. Nessuna chiusura, dunque. Frattura lo ha messo per iscritto.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Cala il sipario sulla ‘Settimana dell’Enogastronomia molisana’: al Circolo Sannitico ‘La...

L'amministrazione comunale di Campobasso: "Un mix di eccellenze reso possibile grazie alle numerose collaborazioni" CAMPOBASSO. L’incontro dal titolo ‘La filiera della birra’, a cura di...