HomeSpazio ElettoraleCosmo Tedeschi: "Possibilità concrete di sviluppo puntando su microcredito ed eolico"

Cosmo Tedeschi: “Possibilità concrete di sviluppo puntando su microcredito ed eolico”

Il consigliere regionale Idv Cosmo Tedeschi
Il consigliere regionale Idv Cosmo Tedeschi

Il lavoro e la ripresa economica restano i settori principali per i quali Cosmo Tedeschi, consigliere regionale uscente e candidato alle elezioni del 24 e 25 febbraio, intende continuare a impegnarsi per consentire alla regione di uscire dalla fase di difficoltà in cui si trova. “Nel corso della mia esperienza a Palazzo Moffa – spiega Tedeschi – mi sono impegnato per trovare le soluzioni a un problema che affligge un numero purtroppo sempre più vasto di molisani: trovare o mantenere un’occupazione. E ritengo di aver individuato un modo concreto per far fronte con successo a questa situazione. Purtroppo lo scioglimento anticipato del consiglio regionale ha bloccato tutti i progetti che avevo già predisposto trasformandoli in precise normative. Ma su questi aspetti, data la loro rilevanza, non intendo fermarmi. E ho intenzione di continuare a sostenere con forza tali programmi anche in futuro”. Per questo, tra gli interventi più urgenti che Cosmo Tedeschi desidera portare a termine in veste di consigliere regionale, ci sono l’introduzione di un sistema di microcredito per le imprese e le aziende di piccole dimensioni e la gestione diretta, da parte delle istituzioni molisane, degli impianti di energia alternativa. Per quel che riguarda il primo punto, il consigliere uscente sottolinea: “In Molise c’è un’elevata presenza di piccole e medie imprese. E ogni anno il numero delle nuove piccole azienda aumenta. Un dato che indica la grande vitalità del mondo economico regionale. Purtroppo, però, succede che a volte proprio la dimensione di queste imprese costituisca un impedimento ad un loro futuro sviluppo. Le microimprese, infatti, sono spesso ritenute troppo ridotte, cosicché in molti casi non riescono ad avere accesso a finanziamenti. Ciò impedisce, di fatto, a queste realtà economiche di poter effettuare gli investimenti necessari per crescere ed aumentare la produzione. Con una doppia conseguenza negativa, una per l’azienda e l’altra per il mondo occupazionale. Senza contare che la possibilità di accedere a finanziamenti si rivela spesso determinante per la sopravvivenza stessa delle azienda. Tutto ciò quando, spesso, anche un capitale di dimensioni ridotte può rivelarsi fondamentale per tali imprese”. Invece, “una rete di accesso al micro-credito a tassi di interesse agevolati, da integrare eventualmente con un sistema di incentivi fiscali e contributivi volti al mantenimento dei livelli produttivi ed occupazionali, consentirebbe alla maggior parte delle piccole imprese di far fronte ad eventuali difficoltà e di portare avanti progetti di sviluppo”. Sulla gestione diretta degli impianti di energia alternativa, Tedeschi ricorda invece che “nella nostra regione sono già presenti 530 pale installate da società esterne. Si tratta di aziende che pagano ai comuni cifre che si aggirano sui 100mila euro l’anno per l’affitto del terreno su cui sorgono gli impianti. Tutto ciò a fronte di un guadagno netto di 2 milioni e 860mila euro per un campo eolico formato da 10 pali. Centomila euro su una somma di quasi 3 milioni sono un guadagno ridotto per gli enti molisani. Se le amministrazioni molisane potessero gestire direttamente tali impianti, allora invece di una piccola somma avrebbero a disposizione l’intero ricavo generato dalle torri eoliche. Senza contare che in tal modo anche i posti di lavoro legati direttamente alla gestione degli impianti, oggi appannaggio di società di fuori regione, resterebbero ai molisani”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Chiara Capaldi

Benessere familiare e welfare aziendale al centro del progetto ReFlex: protoganista...

Un programma articolato in più fasi, ideato dal Dipartimento per le politiche della famiglia e che vede il coinvolgimento di aziende nazionali. A coordinare...