HomeSenza categoriaGiunta, Pietracupa: soluzione subito "o meglio tornare al voto"

Giunta, Pietracupa: soluzione subito “o meglio tornare al voto”

di Veronica D’Uva

Mario Pietracupa
Mario Pietracupa

CAMPOBASSO. Sempre più pesante il macigno che stanno caricando sulle spalle di Frattura. “Se non si è in grado di gestire queste situazioni il consiglio che posso dare io è quello di tornare al voto. La cosa non mi dispiacerebbe perché potrei ricandidarmi”. Lo dichiara, seppure con quella che vuol essere – al momento – soltanto una battuta, il coordinatore regionale di Rialzati Molise, Mario Pietracupa. A rendere sempre più insidioso il già delicato compito del neogovernatore in merito alla composizione della Giunta, dopo Vincenzo Cotugno, ci pensa l’altro cognato dell’europarlamentare Aldo Patriciello. Pietracupa non si fa avanti per il posto da assessore, ma neppure si tira indietro. Un esecutivo in cui possano stare al fianco del neogovernatore della Regione entrambi i cognati dell’eurodeputato non è dunque un’ipotesi da escludere. Alla domanda sulle sue aspettative riguardanti la Giunta, Pietracupa glissa riportando l’attenzione sul recente risultato elettorale ed evidenziando il ruolo di spicco che ha avuto Rialzati Molise: “Noi avevamo un’unica condizione e un unico obiettivo, vincere le elezioni – ha dichiarato Pietracupa – e ci siamo riusciti. Ci aspettiamo che il presidente dimostri tutte le sue capacità di mediazione. La nostra priorità è avere una legislatura stabile, ma la scelta degli uomini spetta a lui. Io non ho nessun problema e nessuna richiesta in merito. Queste situazioni non ci appassionano, ci interessano i programmi e i progetti e soprattutto la governabilità”. Ma è proprio su quest’ultimo punto che Pietracupa mette la pulce nell’orecchio di Frattura, paventando una possibilità di ritorno alle urne e un conseguente cambio di formazione. L’ex presidente del Consiglio regionale, poi, ha voluto puntualizzare sulla necessità di abbandonare vecchi criteri quali la spartizione dei voti e la pratica del do ut des, per dirla più semplicemente dello scambio di favori e di poltrone: “Nell’ assegnazione di ruoli e cariche è fondamentale che vengano rispettati tre semplici criteri, la dignità personale, i numeri e la territorialità”. È proprio appellandosi al valore della dignità che Pietracupa non si è pronunciato rispetto a eventuali incarichi che il presidente Frattura potrebbe assegnargli. Se, invece, si guarda al criterio dei primi eletti bisogna dare per scontata la poltrona di Vincenzo Cotugno come assessore che i numeri ce li ha, eccome. Mentre sul principio della territorialità c’è da tener presente la questione della maggiore rappresentanza che la provincia di Isernia, fuori dalla Giunta da circa vent’anni, meriterebbe. A tal proposito Pietracupa ha rassicurato quanti questa rappresentanza se l’aspettano: “Isernia è stata da lungo tempo penalizzata, perciò non è possibile lasciarla fuori dai giochi”. Il fondatore di Rialzati Molise si è detto, inoltre, favorevole al ricorso ad assessori esterni. In tal caso a trarne beneficio, con il subentro in Consiglio, potrebbe essere lo scalpitante Antonio Tedeschi, ma su questa ipotesi l’ex presidente del Consiglio regionale è stato perentorio: “Non mi pronuncio. Silenzio stampa. Su questo e su altri argomenti”. Infine un Pietracupa criptico che, secondo alcuni, in caso di mancata concessone di un incarico politico potrebbe aspirare ad un altrettanto prestigioso posto in uno degli enti subregionali, ha asserito: “Non mi aspetto nulla. Fortunatamente ho i miei impegni. Non mi occorre nessuna ricompensa“.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Chiara Capaldi

Benessere familiare e welfare aziendale al centro del progetto ReFlex: protoganista...

Un programma articolato in più fasi, ideato dal Dipartimento per le politiche della famiglia e che vede il coinvolgimento di aziende nazionali. A coordinare...