HomeSenza categoriaL'indiscrezione/Europee, Iorio insidia Patriciello

L'indiscrezione/Europee, Iorio insidia Patriciello

Patriciello e Iorio ai tempi dell'idillio
Patriciello e Iorio ai tempi dell’idillio

ISERNIA. Iorio-Patriciello, scontro tra titani. Niente paura. Non è un remake molisano del celebre film ispirato al mito di Perseo. Si tratta dello scenario che verrebbe a delinearsi se alcune recenti indiscrezioni corrispondessero a realtà. Fonti molto vicine all’ex presidente della Regione fanno sapere che Michele Iorio potrebbe essere interessato a una candidatura alle elezioni europee del 2014, occasione in cui scade il mandato di Aldo Patriciello, deputato a Bruxelles. Potrebbe, dunque, spostarsi nella capitale belga – anche se solo virtualmente –  il campo in cui si daranno battaglia gli storici nemici/amici, Iorio e Patriciello. I due pezzi da novanta della politica molisana l’ultimo duello l’hanno combattuto in occasione delle recenti elezioni Regionali e a uscirne vincitore è stato proprio l’europarlamentare. Benché non sia sceso in campo in prima persona, con il grande contributo apportato da Rialzati Molise, il partito dei cognati Mario Pietracupa e Vincenzo Cotugno, Patriciello è stato decisivo per la vittoria di Paolo Frattura. Un avvenimento, questo, che ha anche un significativo rovescio della medaglia: la pesante sconfitta del governatore uscente. Michele Iorio, infatti, ha perso per diverse migliaia di voti, in parte anche a causa dell’esclusione della lista del Pdl in provincia di Isernia. Perciò non è difficile credere che l’ex presidente, oggi all’opposizione, abbia voglia di rivalsa. Il primo importante appuntamento elettorale a fornirgli l’occasione per la rivincita sarebbe, dunque, quello di giugno dell’anno prossimo. Questo se si guarda agli eventi già in calendario, ma non è escluso un imminente ritorno alle urne per le Politiche. Se Pierluigi Bersani dovesse riuscire a formare il governo senza, tuttavia, riuscire a portare a termine il mandato – cosa molto probabile data la frammentazione politica emersa dal voto del 24 e 25 ferbbraio scorsi – Iorio potrebbe addirittura pensare di proporre una sua candidatura al Senato. Altra ipotesi, dunque, in cui sarebbe plausibile lo scontro.  Anche Patriciello, infatti, potrebbe, ancora una volta, guardare con interesse alle Politiche. Se invece il governo, nel tentare di fare delle riforme, tra cui quella della legge elettorale, dovesse traghettare il Paese per un anno o poco più, si arriverebbe alle elezioni per il rinnovo del Parlamento italiano in concomitanza con le consultazioni europee. In uno scenario del genere, i rivali di una vita, avrebbero entrambi l’imbarazzo della scelta. Ma a questo punto l’eurodeputato Patriciello dovrebbe decidere se rimanere nel Pdl o se, invece, le sue circa 130.000 preferenze, quelle che gli hanno permesso l’approdo a Bruxelles, debbano essere dirottate altrove. Molteplici e imprevedibili, dunque, i finali plausibili per questa storia. E tra mille, ipotetici colpi di scena, a trionfare potrebbero essere entrambi.

VD

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Cala il sipario sulla ‘Settimana dell’Enogastronomia molisana’: al Circolo Sannitico ‘La...

L'amministrazione comunale di Campobasso: "Un mix di eccellenze reso possibile grazie alle numerose collaborazioni" CAMPOBASSO. L’incontro dal titolo ‘La filiera della birra’, a cura di...