Polizia stradale
Polizia stradale

ISERNIA. Nullatenenti intestatari di vetture di lusso. Defunti proprietari di una o più automobili. Senza tetto possessori di 50 veicoli ciascuno, un parco macchine da far invidia alla Dr Motor degli ultimi mesi, potrebbe pensare qualcuno. E invece no. Perché si tratta ‘soltanto’ di un giro di prestanomi: accettavano di intestarsi le auto in cambio di 50 euro a veicolo. L’operazione ‘Ghost Car’, condotta dalla polizia stradale in tutta Italia,  ha portato alla scoperta di 1.519 vetture tra Molise e Campania la cui intestazione è risultata fittizia. Decine e decine di queste auto ‘fantasma’, tra cui anche Ferrari e Maserati, sarebbero appartenute, tra gli altri, a 7 persone che risiederebbero in provincia di Isernia. Ma dai controlli incrociati, effettuati dagli agenti sui registri degli uffici anagrafe dei comuni è risultato che questi erano solo dei prestanome. In alcuni casi utilizzati dai possessori solo per eludere i costi dell’assicurazione o dei caselli autostradali. In altri casi, però, le auto venivano utilizzate per compiere rapine o per traffici di droga, reati veri e propri, insomma. In tutta Italia sono stati sequestrati 10mila veicoli, in alcuni casi anche mezzi industriali. Ora, però, che la vetture sono state radiate dai pubblici registri non potranno più circolare.

VD