HomeSenza categoriaCotugno a Frattura: "Bisogna rispettare il voto"

Cotugno a Frattura: "Bisogna rispettare il voto"

Vincenzo Cotugno
Vincenzo Cotugno

CAMPOBASSO. “Caro Presidente, per recuperare la fiducia degli elettori bisogna rispettarne il voto”. Questo è il titolo del comunicato stampa inviato alle redazioni da Vincenzo Cotugno, il “papabile” quinto assessore della Giunta Frattura. “Ho letto e molto apprezzato – si legge nel testo – il messaggio che il presidente Frattura ha rivolto ieri, in occasione della Festa della Repubblica, ai cittadini molisani. In particolare, ho apprezzato l’invito all’unità e al recupero dei valori repubblicani che da troppo tempo e da troppi detrattori vengono messi in discussione”. Non a caso è di questi giorni la sollecitazione di alcuni politici a trasformare l’assetto istituzionale della nostra Repubblica da parlamentare a presidenzialista, ritenendo così di interpretare quel malessere profondo che si annida nei cuori e nelle menti degli italiani e che sta provocando un’ondata senza precedenti di anti-politica” “Giustamente – continua Cotugno – il presidente Frattura difende i partiti, ai quali persino la Costituzione ha tributato rilievo e garanzie, e richiama tutti al rispetto della volontà popolare, segnalando un’ulteriore questione che non è sfuggita agli analisti più attenti. In Italia continua a crescere la percentuale degli astensionisti. La gente non va più a votare, le elezioni – siano esse politiche, regionali o comunali – vengono decise da poco più del 50/60 % degli aventi diritto”. “Di fatti – prosegue la nota – è una minoranza a scegliere e questo toglie alla classe dirigente la legittimazione del consenso. Ma perché gli elettori rinunciano ad esercitare il più alto diritto che la Costituzione gli concede? Credo che la prima risposta debba riferire di un profondo senso di frustrazione: i nostri cittadini disertano le urne perché la politica non li ascolta, non recepisce le loro istanze, nega riconoscimento al loro voto. Ciò accade a livello nazionale (pensiamo a quanti referendum votati da milioni di italiani e poi disattesi dalla classe politica) ma accade anche a livello locale, dove spesso il voto dei cittadini non trova rappresentanza e – pur avendo loro sostenuto un partito o un movimento – vengono poi esclusi proprio da quelle istituzioni che dovrebbero rappresentarli”. E dulcis in fundo: “Ecco perché saluto con grande favore il messaggio del presidente Frattura, augurandomi che questa volta alle parole seguano i fatti. Perché dobbiamo tenere bene a mente che, se vogliamo recuperare la fiducia dei nostri elettori, allora dobbiamo prima rispettarne il voto“.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Teatro a 1000 metri, il Rudens di Plauto in scena

Teatro a Mille metri, pubblico e consensi al ‘Sannitico’ di Pietrabbondante:...

Ospiti del sindaco Antonio Di Pasquo per la serata conclusiva con la commedia plautina 'Rudens' il Presidente Donato Toma e l'assessore Vincenzo Cotugno PIETRABBONDANTE. Si...