HomeSenza categoriaAsrem, erogato il prestito da 44 milioni di euro

Asrem, erogato il prestito da 44 milioni di euro

I soldi ottenuti dal Ministero delle Finanze per effetto dell’aumento delle tasse sui molisani. Altri 11 milioni di euro trasferiti nelle casse degli enti locali gravati da debiti verso i fornitori. Frattura insiste: dall’anno prossimo abbasseremo le aliquote

CAMPOBASSO. Oltre 44 milioni di euro per la sanità e più di 11 per gli enti locali. A tanto ammontano i due prestiti che la Regione Molise ha ottenuto dallo Stato per ripianare i debiti della pubblica amministrazione certificati al 31 dicembre 2012. Le somme sono già state già trasferite nelle casse dell’Asrem e degli enti pubblici interessati. Entrambi gli importi sono stati erogati alla Regione dal Ministero dell’economia e delle finanze in virtù di quanto disposto dal decreto legge 35/2013 per il pagamento dei debiti scaduti della pubblica amministrazione. Il primo, di 44.285.000 euro, concorrerà a ristorare i creditori dell’Asrem, il secondo, di 11.096.000 euro, servirà per i creditori di comuni, agenzie e enti pubblici. “Grazie al sacrificio che abbiamo chiesto ai nostri cittadini, oggi finalmente riusciamo a dare ossigeno ai tanti creditori della nostra sanità e dei nostri enti locali ancora in attesa di pagamento per le prestazioni e i servizi offerti. Queste risorse importanti sono nella nostra disponibilità. Con i trasferimenti contestualmente effettuati provvederemo subito a sanare i debiti accumulati negli anni e certificati alla fine dello scorso anno”. Il presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura, illustra così la portata dei due contratti di prestito sottoscritti con il Mef. “Di fronte a una situazione finanziaria profondamente critica – rimarca il governatore – adesso iniziamo il cammino necessario a rimettere in linea le nostre finanze nei riguardi di tutti i creditori. Salviamo cittadini e imprese dal rischio default che tanto abbiamo temuto. Le economie che intanto, giorno dopo giorno, stiamo definendo, attraverso un rigoroso e mirato taglio dello spreco praticato in ogni nostro settore, – prosegue il presidente Frattura – le impiegheremo tutte, come abbiamo sempre garantito, per ridurre l’indebitamento della Regione così da poter già dal prossimo anno abbassare le aliquote regionali e alleggerire tutti i nostri contribuenti dell’ultimo aggravio fiscale imposto, oggi, purtroppo, necessario e inevitabile per tentare la via della ripresa e della crescita dell’economia molisana”.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Cala il sipario sulla ‘Settimana dell’Enogastronomia molisana’: al Circolo Sannitico ‘La...

L'amministrazione comunale di Campobasso: "Un mix di eccellenze reso possibile grazie alle numerose collaborazioni" CAMPOBASSO. L’incontro dal titolo ‘La filiera della birra’, a cura di...