HomeNotizieCRONACAIttierre, via quattro marchi da settembre. Sindacati in allarme per possibili esuberi

Ittierre, via quattro marchi da settembre. Sindacati in allarme per possibili esuberi

Nel piano di ristrutturazione aziendale, prevista la cessione delle cosiddette licenze improduttive. I contratti con Costume National, C’N’C’, Karl Lagerfeld e Gf Ferrè non saranno rinnovati per tenere i conti in ordine

PETTORANELLO DEL MOLISE. Rischia di perdere quattro marchi, l’Ittierre di Pettoranello. Lo rende noto il segretario della Femca Cisl, Francesco Di Trocchio, spiegando che la cessione delle quattro licenze - Costume National, C’N’C’, Karl Lagerfeld e Gf Ferrè – fa parte del piano di ristrutturazione aziendale del patron Antonio Bianchi, basato appunto sul taglio delle licenze improduttive. La ‘diminutio’ avverrebbe da settembre e sarebbe dettata dal fatto che i quattro marchi, nonostante il blasone, non comportano profitti troppo significativi per il polo tessile di Pettoranello. Tuttavia, la preoccupazione dei sindacati è legata al possibile interessamento della forza lavoro: quattro griffe in meno potrebbe significare, a fronte di bilanci sani, possibili esuberi di personale. Dunque, Di Trocchio auspica il rimpiazzo con nuove licenze o una soluzione alternativa. 

 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Campobasso, interventi di restauro al Castello Monforte: il punto

Gli spazi ipogei della struttura, ancora inesplorati dai cittadini, sono ora accessibili e collegati tra loro, arricchendo l'offerta culturale e turistica del manufatto storico CAMPOBASSO....