HomeSenza categoriaDirettore Asrem, ecco il documento dei ministeri che boccia sonoramente Frattura e...

Direttore Asrem, ecco il documento dei ministeri che boccia sonoramente Frattura e conferma Carmine Ruta

 Dopo il Consiglio di Stato anche il Governo, attraverso l’azione congiunta dei Ministeri della Salute e delle Finanze, “boccia” la scelta di Frattura di rimuovere Carmine Ruta. Confermato il manager al vertice dell’ASreM.

CAMPOBASSO. “Con atto del 28.08.2013, adottato congiuntamente dal Ministero delle Finanze e dal Ministero della Salute, è stata confermata piena validità ed efficacia, anche in via amministrativa, al decreto cautelare (n.3215/2013) con il quale il Consiglio di Stato, sez. III, ha sancito “l’obbligo da parte dei competenti organi di assicurare il ripristino immediato del dott. Ruta nel pieno esercizio del suo incarico di Direttore Generale ASREM“, ritenendo che “il decreto commissariale in esame è quindi da ritenersi superato per effetto dell’intervenuto provvedimento del Consiglio di Stato sopra richiamato“, prescrivendo che “il decreto n.27 del 26 agosto 2013 … non inviato in preventiva approvazione … e non sottoscritto dal sub-commissario… “deve essere ritirato” mentre “deve essere data immediata esecuzione al decreto n.3215/2013 del  Consiglio di Stato e, per l’effetto, il soggetto attuatore (dott.Ruta), nominato ai sensi del DCA n. 9/2013, deve essere prontamente immesso nelle proprie funzioni“.

Peraltro, anche il Consiglio di Stato, con un secondo decreto di pari data del 28.08.2013, aveva nuovamente respinto le tesi di Percopo, confermando piena validità ed efficacia al proprio precedente decreto cautelare n.3215/2013 con il quale lo stesso Consiglio di Stato, sez. III, soli due giorni prima, aveva espressamente e testualmente sancito di “accogliere l’istanza di decreto monocratico di urgenza e per l’effetto in via temporanea sospendere l’efficacia dell’ordinanza appellata con il conseguente obbligo da parte dei competenti organi di assicurare il ripristino immediato del dott. Ruta nel pieno esercizio delle sue funzioni e nella disponibilità di ogni risorsa connessa all’espletamento del suo incarico di Direttore generale ASREM“.

A fronte di provvedimenti cautelari, più volte confermati dalle stesse Magistrature Superiori sia a livello giurisdizionale che amministrativo, è evidente l’obbligo di tutti di assicurare il ripristino immediato della legalità e del funzionamento di un servizio pubblico essenziale, quale quello sanitario, ovvero, così come ribadito dai predetti ministeri, di “compiere ogni utile iniziativa onde evitare o limitare possibile danni erariali (per l’accertamento dei quali risulta sia stata già attivata la competente Procura della Repubblica presso la  Corte dei Conti di Campobasso)“.

Studio Legale Ruta

 

Il documento dei ministeri della Salute e dell’Economia che boccia severamente il governatore Paolo Frattura sul caso del direttore generale dell’Asrem e conferma Carmine Ruta.

123

La replica del governatore-commissario Paolo Frattura.

“In merito ai comunicati stampa divulgati in questi giorni dagli avvocati del dottor Carmine Ruta, è giusto precisare alcune cose per ripristinare la realtà dei fatti. Inspiegabilmente i legali del dottor Ruta omettono di dire che il parere espresso dai Ministeri della salute e dell’economia sul decreto del commissario ad acta, con cui, tra l’altro, si rimuove “per mancanza di rapporto fiduciario” dall’incarico di soggetto attuatore dell’Asrem il dottor Carmine Ruta, è stato espresso senza la conoscenza del pronunciamento del Consiglio di Stato, pronunciamento diametralmente opposto al parere dei Ministeri. Il presidente della terza sezione del Consiglio di Stato ha definitivamente chiarito la vicenda, dichiarando, com’è noto, ininfluente, dunque autonomo e con effetti indipendenti dal processo in corso per l’incarico di direttore generale dell’Asrem, il decreto in questione. Il parere dei Ministeri è stato di fatto superato. Il decreto, come già indicato al direttore amministrativo dell’Asrem, va dunque rispettato e eseguito, perché “valido e efficace”.

Nel frattempo, come anticipato ai Ministeri – continua Frattura – la giunta regionale stamani ha deliberato l’avvio della procedura di evidenza pubblica per l’individuazione del nuovo direttore generale dell’Asrem, nonché l’avvio delle procedure di decadenza del dottor Angelo Percopo da direttore generale della stessa azienda sanitaria. Tutto questo con l’avallo espresso dagli stessi Ministeri sempre nel medesimo parere. Su questi punti ci confronteremo la prossima settimana con i Ministeri ai quali intanto abbiamo chiesto tutti gli atti relativi al procedimento seguito per l’individuazione e la nomina del dottor Carmine Ruta quale soggetto attuatore e la determinazione degli obiettivi e del compenso”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Teatro a 1000 metri, il Rudens di Plauto in scena

Teatro a Mille metri, pubblico e consensi al ‘Sannitico’ di Pietrabbondante:...

Ospiti del sindaco Antonio Di Pasquo per la serata conclusiva con la commedia plautina 'Rudens' il Presidente Donato Toma e l'assessore Vincenzo Cotugno PIETRABBONDANTE. Si...