HomeNotizieSPORTIsernia Fc, passaggio di consegne avvenuto: ma restano le incognite stipendi

Isernia Fc, passaggio di consegne avvenuto: ma restano le incognite stipendi

Battiloro avrebbe ceduto la società a De Benedictis. Staff tecnico e calciatori in attesa di segni tangibili di serietà da parte del nuovo corso. Domani, col Termoli, squadra regolarmente in campo, ma gli ultras confermano lo sciopero

ISERNIA. Squadra regolarmente in campo. Passaggio di consegne avvenuto, tra Gaetano Battiloro e Saverio De Benedictis, a quanto sembra nella tarda serata di ieri all’aereoporto di Fiumicino. L’amministrazione comunale però, pur avendo dato il “benestare” ha concesso una fiducia a tempo al nuovo presidente. I tifosi restano sul piede di guerra e continuano a non vederci chiaro. Il mister Santo Mazzullo ha diretto la rifinitura al ‘Lancellotta’, con tutta la rosa al completo, rientrata al quartier generale da stamani. Sotto una pioggia battente, la squadra ha sostenuto una seduta di preparazione alla gara di domani, molto più simile a una rimpatriata piena di pacche sulle spalle e tante belle parole e rassicurazioni. La società, intanto, ha diramato un comunicato stampa nel quale rende noto i passaggi avutisi per arrivare al alla cessione, con particolari ringraziamenti all’assessore Cosmo Galasso e al consigliere Raimondo Fabrizio. Costoro però, assieme al sindaco non hanno certo salutato con pieno favore la cosa, concedendo un tempo massimo di 30 giorni per verificare quali siano i propositi dei nuovi dirigenti; soprattutto sarebbero state chieste precise garanzie sulla gestione complessiva. In pratica, alla vigilia di una gara così importante come il derby con il Termoli, si è cercato di calmare un po’ gli animi e di consentire alla nuova proprietà di insediarsi. Perchè evidente che i passaggi di consegne non avvengono in giro per gli aereoporti, e soprattutto chi subentra, potere di firma o no, se si dichiara socio passa ai fatti e comincia a pagare quel che c’è da pagare, soprattutto dando ristoro a giocatori e staff tecnico per farli stare tranquilli. Tutto ciò non è avvenuto, ma non siamo abituati a fare processi alle intenzioni, quindi prendiamo atto dello stato delle cose. Prendiamo per buona tutta questa vicenda con tanti buoni auspici che, ci si consenta, tutt’ora restano tali. La tifoseria, dal canto suo, non fa nemmeno mezzo passo indietro. Confermato lo sciopero di domani, quando sembra che il gruppo Cherokee allestirà un sit in di protesta con un volantinaggio per dissuadere gli sportivi a pagare il biglietto e dunque a non entrare, almeno al primo tempo. Troppe delusioni e personaggi ‘allegri’ sono passati in queste settimane, motivo per cui adesso nessuno ha più intenzione di vedere mortificata una squadra, i suoi colori, la città e tutto quel che rappresenta la fede e la passione biancoceleste.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

La ‘big bench’ di Macchia d’Isernia: la panchina gigante per ammirare...

Al via il progetto con l’intento di creare una rete di ‘panchinisti itineranti’ in tutta Italia  MACCHIA D’ISERNIA. “Tornare bambini, godere della vita e ammirare...