HomeNotizieCRONACACinema 8 e mezzo, via al nuovo bando: ma pesa l'incognita debiti

Cinema 8 e mezzo, via al nuovo bando: ma pesa l’incognita debiti

La sala ancora chiusa, ma il Comune rivendica 100mila euro circa di crediti dalla vecchia gestione 

 

ISERNIA. Il cinema ‘8 e mezzo’ ha protratto a lungo le ferie estive. Dopo la naturale chiusura durante la stagione calda, il cinema doveva essere riaperto già da alcune settimane, invece ancora nessun film è in programma a Isernia, anche se indiscrezioni riferiscono che riaprirà tra pochi giorni. Il sindaco Luigi Brasiello, come riferisce ‘il Quotidiano del Molise’, ha svelato i motivi della chiusura affermando che il gestore del cinema non avrebbe pagato importi, che negli anni, hanno raggiunto un ammontare di quasi  100mila euro. Intanto, però, il legale della società che gestisce la struttura, Ottavio Balducci,  avrebbe invece spostato il tiro dalle colonne di Facebook: “Il cinema è chiuso perché inadeguato tecnologicamente e non perfettamente regolare. L’amministrazione comunale lo sa dal primo giorno di insediamento”. Parole che avrebbero fatto surriscaldare gli animi degli amministratori comunali, al punto che le vie legali sembrano non essere troppo lontane. Inoltre, a fine mese, scade il contratto fra il Comune e la società che gestisce il cinema, quindi bisogna anche pensare ad un nuovo bando per la gara di appalto, attualmente in fase di elaborazione ma con la prospettiva di ammodernamenti tecnologici e investimenti per nuovi e costosi macchinari. Dal 1° gennaio, infatti, da tutti i cinema d’Italia sparisce la vecchia pellicola e si passa al digitale. Pertanto, i nuovi costi tecnologici saranno a carico di chi si aggiudicherà il bando, di prossima pubblicazione. A meno che il Comune non decida di azzerare i debiti dell’ultimo gestore, facendogli tuttavia accollare agli ammodernamenti digitali in questione, a quanto pare dal costo di 80mila euro circa. Fatto ciò, nulla vieterebbe al precedente gestore di iscriversi nuovamente alla gara d’appalto. Del resto, la Regione Molise ha bandito un avviso pubblico per stimolare l’attività cinematografica, anche nelle aree interne, cui possono partecipare tutte le micro piccole e medie imprese, compresi consorzi, società consortili e cooperative beneficiando di relative agevolazioni, pari a un 50 per cento a fondo perduto della spesa ammissibile per una sala, 45 per cento per due-tre sale e 40 per quattro-cinque sale”.

SV

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Costruiamo il Paesaggio, Festival di arti per i 30 anni del...

Tanti eventi di qualità dal 23 al 28 agosto dentro e fuori il bellissimo Museo all'aperto di arte contemporanea di Casacalenda. Laboratori artistici presso...