HomeSenza categoriaIttierre, ancora dubbi sulla fidejussione. E i sindacati incalzano Manganiello

Ittierre, ancora dubbi sulla fidejussione. E i sindacati incalzano Manganiello

La Regione ancora al lavoro per capire le conseguenze che deriverebbero dal mancato pagamento della prima rata da parte di Bianchi. Lunedì, intanto, i rappresentanti dei lavoratori chiederanno  un incontro urgente con il nuovo amministratore delegato per fare il punto sul piano di ristrutturazione aziendale

 

ISERNIA. Un tavolo puramente interlocutorio, quello riunitosi nel pomeriggio di ieri presso il Comune di Isernia su iniziativa del sindaco Luigi Brasiello. Oltre alla Giunta comunale erano presenti il vicepresidente della Giunta regionale, Michele Petraroia, il presidente della Camera di Commercio Pasqualino Piersimoni e il segretario generale dell’ente Francesco Potena, due funzionari della Regione, rappresentanti dell’Agenzia delle Entrate e dell’Inps, le Rsu e le organizzazioni sindacali. Dopo gli onori di casa da parte di Brasiello, Petraroia ha invitato i sindacati a stemperare i toni in un momento delicato come quello attuale e ha sottolineato la necessità di viaggiare tutti uniti – istituzioni, sindacati, dipendenti e altre parti in causa – in un’unica direzione: quella del salvataggio dell’azienda tessile. L’assessore regionale ha anche sottolineato il rilievo sociale della crisi di Ittierre, con circa 700 persone che rischiano di ritrovarsi senza un lavoro. Per questo, insieme a Brasiello, si sta lavorando a una rete di solidarietà dedicata ai lavoratori, che comprenda soluzioni quali una moratoria sugli sfratti a una serie di anticipazioni tramite le azioni previste nel Piano di zona, di cui Isernia è Comune capofila. Da parte di Piersimoni, invece, sono stati sollevati una serie di interrogativi circa la permanenza in carica del nuovo amministratore delegato, Alberto Manganiello, date le voci insistenti di dimissioni che si rincorrono in queste ore, smentite tuttavia dal diretto interessato. I sindacati, infine, hanno chiesto chiarimenti alla Regione sulla tribolata vicenda della fidejussione da 12 milioni di euro, la cui prima rata è in scadenza il prossimo 31 ottobre. Se il patron di Ittierre, Antonio Bianchi, non dovesse pagare – ipotesi più che probabile – la Regione diventerà o meno proprietaria del 51 per cento delle quote societarie? Da Petraroia, per ora, una risposta tutt’altro che chiarificatrice, visto che i legali della Regione starebbero ancora studiando la situazione. Per questa ragione, come spiega Francesco Di Trocchio della Femca Cisl, lunedì prossimo,28 ottobre, i sindacati si presenteranno dinanzi ai cancelli del polo tessile e chiederanno di essere ricevuti con urgenza da Manganiello, così da avere aggiornamenti sul suo operato e sul futuro dell’azienda. Il nuovo ad, infatti, è al lavoro già da qualche giorno sulla bozza di un nuovo piano di ristrutturazione da presentare al giudice del lavoro del tribunale di Isernia, Valeria Battista. Solo se, nel documento, verrà dimostrata senza dubbio alcuna la continuità aziendale, il magistrato potrà autorizzare il pagamento delle spettanze ai lavoratori. Fino ad allora, i crediti dei dipendenti resteranno pur sempre privilegiati, ma comunque equiparati a quelli dei fasonisti e delle banche. Il tavolo di monitoraggio verrà riconvocato già nei prossimi giorni.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Christian De Sica sold-out a Oratino: 550 biglietti ‘polverizzati’ per il...

Spettacolo comunque visibile - gratis - in piazza e fuori dall’area che ospita i posti a sedere ORATINO. Sold out a Oratino per lo spettacolo...