HomeSenza categoriaIttierre, nuovo socio straniero per Bianchi

Ittierre, nuovo socio straniero per Bianchi

Riunione fiume tra Rsu e proprietà: il presidente avrebbe raggiunto un’intesa con un partner indiano. Da sabato, cassa integrazione per altre 13 settimane per 586 dipendenti. L’ad Petrollini chiederà più tempo al giudice per la presentazione del piano industriale e dei dettagli del concordato. E domani tavolo di monitoraggio al Comune di Isernia in presenza di Frattura

 

PETTORANELLO DEL MOLISE. Cassa integrazione ordinaria per 586 dipendenti, per 13 settimane, a partire da sabato prossimo, 23 novembre. Richiesta di proroga al giudice del tribunale di Isernia per la presentazione del concordato preventivo e del piano industriale. Insediamento di un tavolo permanente di crisi, a Roma, per cercare di drenare risorse statali per le aree in forte stato di difficoltà economica. E, soprattutto, la possibile presentazione, già venerdì prossimo, di un nuovo partner straniero, a quanto pare di nazionalità indiana, che affiancherebbe Antonio Bianchi

Si è conclusa da poco una riunione fiume tra le Rsu, la proprietà dell’Ittierre (rappresentata dall’amministratore delegato Giovanni Petrollini) e l’ufficio del personale aziendale. Molte, come si vede, le novità emerse dal verbale di accordo sottoscritto tra le parti, a cominciare dalla fondamentale misura di sostegno al reddito dei lavoratori, per poco più di tre mesi, in attesa di nuovi sviluppi. L’Ittierre, in ogni caso, chiederà più tempo al giudice del lavoro Valeria Battista: com’è noto, il magistrato avrebbe dovuto pronunciarsi in via definitiva sulla richiesta di ammissione a concordato preventivo in continuità aziendale entro martedì prossimo, 26 novembre. Ma il nuovo ad, nominato da poche settimane, presenterà – per adesso – soltanto un piano di massima, riservandosi in seconda battuta di fornire i dettagli sul concordato e, soprattutto, sul piano industriale. Un’istanza che, in teoria, non dovrebbe incontrare grossi problemi ad essere ammessa.

Ittierre, nuovo socio straniero per Bianchi
Antonio Bianchi con i figli

Grande attesa, inoltre, per la possibile presentazione – finalmente – del nuovo socio del patron Antonio Bianchi: si parla di un imprenditore straniero, a quanto pare indiano, di cui si dovrebbe conoscere il nome già venerdì 23 novembre, in sede di tavolo ministeriale presso il ministero dello Sviluppo Economico. Accanto al quale, sempre a Roma, sarà insediato un secondo tavolo, di crisi permanente, tramite il quale la Regione Molise – consapevole del fatto che da sola non può salvare il polo tessile di Pettoranello – cercherà di trovare risorse, tra le varie leggi statali, destinabili alle aree industriali in grave difficoltà. Circostanza che si verificherebbe, ovviamente, soltanto una volta sbloccatasi l’incognita del concordato, circostanza prima della quale è molto difficile, a livello tecnico, che possano essere erogate somme dallo Stato. La richiesta di ammissione alla procedura concorsuale, del resto, ha determinato anche il congelamento degli stipendi arretrati vantati dai dipendenti, ovvero agosto e i primi 18 giorni di settembre. Nelle more della presentazione del piano, infatti, la legge fallimentare prevede che l’amministratore necessiti dell’autorizzazione del giudice per pagare crediti anteriori per prestazioni di beni o servizi. Oltre che dell’attestazione, da parte di un professionista in possesso dei requisiti specifici, dell’essenzialità di tali prestazioni  per la prosecuzione della attività di impresa e della funzionalità ad assicurare la migliore soddisfazione dei creditori. 

Durante la riunione con le Rsu sono stati resi noti anche altri due appuntamenti: domani alle 19, presso il Comune di Isernia, si svolgerà la seduta del tavolo di monitoraggio voluto dal sindaco Luigi Brasiello, cui parteciperà il governatore Paolo Frattura; mentre dopodomani, 21 novembre, presso la Provincia di Isernia, è prevista la riunione della Conferenza di servizi convocata dal presidente Luigi Mazzuto per discutere dell’ipotesi del cosiddetto ‘contratto di rete’ tra le imprese subfornitrici di Ittierre, promossa dall’associazione per il microcredito ‘Euridit Molise’ tramite Giorgio Gagliardi. L’iniziativa punta  alla creazione di un’organica forma di cooperazione tra le aziende produttrici (rete) e di queste con il sistema commerciale/distributivo, finalizzata alla valorizzazione delle produzioni “made in Italy” così come richiesto dal mercato.

A.I.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Voci del Molise Macchiagodena

Macchiagodena, tutto pronto per la presentazione del libro ‘Voci dal Molise’

Il lavoro di Gioconda Marinelli e Maria Stella Rossi dedicato a Francesco Jovine e Lina Pietravalle MACCHIAGODENA. Continua l’estate piena di Macchiagodena, ricca di libri,...