HomeSenza categoriaEmergenza Sardegna, ecco come fare per gli aiuti

Emergenza Sardegna, ecco come fare per gli aiuti

Lettera di una lettrice di Oristano: “Siamo tutti orfani delle responsabilità che le procure si avviano ad individuare”

 

“Il pianto del cielo continua a cadere sull’isola dei sogni. Da lunedì, giorno della tragedia, una pioggia battente colpisce le zone già abbondantemente martoriate dalla violenza della natura. Ben poco sembra essere rimasto a questa terra che, sorridente e calda, avvolge il turista col suo canto di maestrale e la sua danza tonda dal sapore di mirto e lentischio. Nel suo abbraccio, azzurro mare, si liberano i pensieri di chi trova conforto nella vertigine selvaggia delle falesie oristanesi, nella verde genuinità barbaricina o nella bellezza superba dei “Monti di Mola”. Ognuna con una propria peculiarità geografica, oggi le tre zone dell’isola sembrano essere, per la prima volta, un tutt’uno. L’acqua e il fango ricoprono, con il velo nero della morte, ampie porzioni di una terra che soffre per i figli innocenti prepotentemente sconfitti. E quando nulla sembra essere rimasto ad una regione che già patisce l’assenza di prospettive per i suoi abitanti, si scopre quanto sia radicato il valore della solidarità e della fratellanza. L’unica arteria dell’isola, quella che per dirla alla sarda “dal capo di sotto” conduce al “capo di sopra”, diventa indispensabile via di comunicazione per tutti gli angeli che, volontariamente, si organizzano da ogni parte per portare soccorso agli sfollati, ai senza casa, ai disperati. È una scudisciata al cuore la storia di Enrico, appena tre anni, morto tra le braccia del padre, le cui urla rimbombano nel cervello e nel cuore dell’uomo impotente che non è riuscito a salvarli, e quella di Morgana, due anni, morta – insieme a mamma Patrizia – davanti allo sguardo disperato del padre, e commuove l’eterna unione familiare delle quattro persone sorprese dalla piena improvvisa. E il pianto continua a cadere, dal cielo e dagli occhi. Dagli occhi indifesi dei bambini di Luca, volato dal ponte che non ha retto alla furia dell’acqua, cade dagli occhi adulti di chi si sente sconfitto. Adesso, in quest’isola intrisa d’acqua, siamo tutti orfani delle responsabilità che le procure sarde si avviano ad individuare con un lavoro di acquisizioni e accertamenti, mentre le accuse piroettano in un ballo anch’esso circolare, lento ma non composto. Intanto noi sardi, sobri nella nostra dignità, “cantadores” di un’unico coro, sussurriamo in versi una preghiera d’aiuto”.

Damiana Perrella, Oristano

 

Per la raccolta fondi, la Croce Rossa Italiana ha attivato un numero solidale per sostenere la popolazione colpita dall’alluvione in Sardegna. Per donare 2 euro alla CRI è possibile inviare un sms al 45500 da cellulari personali TIM, Vodafone, Wind, 3, PosteMobile, CoopVoce, Tiscali e Nòverca o chiamare da telefono fisso Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, TeleTu, Tiscali e TWT sempre del valore di 2 euro. Il numero è aperto fino al 4 dicembre. Le donazioni saranno utilizzate per sostenere gli interventi di soccorso e sopperire alle esigenze della popolazione colpita dall’alluvione.

 

Per l’emergenza in Sardegna la CRI ha inoltre aperto una raccolta fondi. Oltre al numero solidale, le altre modalità per donare sono: mediante bonifico su conto corrente bancario Codice IBAN: IT19 P010 0503 3820 0000 0200 208 Intestato a: “Croce Rossa Italiana, Via Toscana 12 – 00187 Roma” presso Banca Nazionale del Lavoro – Filiale di Roma Bissolati Tesoreria – Via San Nicola da Tolentino 67 – Roma. Indicare la causale “Emergenza Sardegna” (Per donazioni dall’estero codice BIC/SWIFT: BNL II TRR) Mediante conto corrente postale n. 300004 intestato a: “Croce Rossa Italiana, via Toscana 12 – 00187 Roma” Indicare la causale “Emergenza Sardegna”.

 

On-line sul sito www.cri.it (cliccare sul banner “DONA on-line”) Selezionare la causale “Emergenza Sardegna”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Carpinone celebra San Rocco: tornano i giochi popolari e la gara...

Appuntamento domenica 14 e lunedì 16 agosto per una due giorni di divertimento e spettacolo CARPINONE. Tornano i giochi popolari in piazza a Carpinone. Dopo...