Il maltempo ha aggravato la situazione di alcune frazioni molisane già in difficoltà per lo smottamento. Il presidente del comitato cittadino, Domenico Tortola, si dice pronto a presentare una denuncia in procura

 

ISERNIA. Dopo l’ondata di maltempo, la condizione stradale di alcune frazioni molisane è del tutto peggiorata. I residenti di Colle Marino, Castelluccio, Vandra, Cerracchio e Vuotto, già in difficoltà per la presenza della frana sul Macerone che ne comporta l’isolamento, sono rimasti praticamente bloccati dalla neve. A riguardo sono state molto forti le parole del presidente del comitato pro Macerone Domenico Tortola, il quale ha chiesto di incontrare Gino Famiglietti, soprintendente dei Beni culturali e paesaggistici del Molise, per illustrare i disagi e pensare ad una soluzione immediata. A quanto pare, per altri impegni, il direttore regionale non ha potuto sostenere l’incontro. Successiva soluzione è stata quella di presentare il caso direttamente al sindaco di Isernia  Luigi Brasiello. Tortola, a nome di tutti i residenti delle borgate interessate, è deciso a depositare un esposto in Procura nel caso in cui non si giungesse ad una soluzione ‘vera’. Le frazioni in questione, oltre ad essere isolate e lontane dal centro cittadino, sono penalizzate da fondi stradali dissestati e sempre meno sicuri. “Nonostante Famiglietti – dichiara Tortola – abbia dato l’ok al progetto di una bretella che passi sul corpo della frana del Macerone e ricada per circa 500 metri sul regio tratturo, di risultati ancora non se ne vedono. Eppure sono passati  già due mesi dall’ultimo tavolo tecnico. Le istituzioni non possono continuare a restare silenti, l’inverno si è già fatto sentire e noi rischiamo di restare privati di ogni collegamento”.