HomeSenza categoriaFranco Valente protagonista dell’incontro ‘I Longobardi. La fine di un sogno'

Franco Valente protagonista dell’incontro ‘I Longobardi. La fine di un sogno’

Immagini suggestive hanno contribuito a ricostruire la storia dei Longobardi nel Molise durante l’evento a tema organizzato dall’Inner Wheele Club di Isernia. Presentato anche il libro ‘Incipit Apocalypsis’ scritto da Valente

 

MONTERODUNI. L’Inner Wheel Club di Isernia ha organizzato un importante incontro con l’architetto Franco Valente sul tema ‘I Longobardi. La fine di un sogno’. Il tutto si è svolto sabato 30 novembre, alle ore 18.30, presso le cantine Valerio a Monteroduni. L’incontro in questione rientra nel progetto europeo “L’Inner Wheel sulle orme dei Longobardi”, presentato nell’ambito del convegno “Women for Europe” a Tuusula (Finlandia) nel 2011 e creato per costruire una ‘rete’ di comunicazione tra i  club e i distretti europei. Il club di Isernia, con la presidente Carla Sacco D’Annesse, ha voluto dare una testimonianza di questo periodo complesso di storia con un relatore d’eccezione, lo storico molisano Valente, che ha tenuto una magistrale lezione sui Longobardi, sui loro presidi  in terra molisana e sulla loro decadenza. Attraverso immagini  suggestive e un’ accurata ricerca storica, ha ricostruito la presenza organica dei Longobardi nel Molise. Nel discorso è stata citata la basilica di San Giorgio a Petrella Tifernina fondata da Alferid il longobardo, come si evince dall’iscrizione sulla lunetta del portale principale e anche Santa Maria della Strada e l’Abbazia benedettina di San Vincenzo al Volturno. Nell’arco della serata la presentazione del libro scritto da Valente, ‘Incipit Apocalypsis’, un romanzo giallo ambientato nell’abbazia di San Vincenzo al Volturno, nella cripta di Epifanio. Ospite d’ onore all’evento la vice  governatrice del distretto 209, Daniela Soderi Vitali, che ha illustrato le finalità del progetto Europa, i club che hanno aderito, le iniziative promosse e realizzate in tanti paesi europei, dall’antica Scania alla Pannonia, dalla Langobardia maior alla Langobardia minor. Attraverso la conoscenza ‘del popolo dalle lunghe barbe’ e della cultura che lo ha caratterizzato, si vuol favorire il dialogo ed unire idealmente i Paesi del sole di mezzanotte alle terre del Sud. Presenti alla serata anche il Presidente del Rotary club di Isernia, Francesco Tufano, il Presidente del Rotaract, Giustino D’Uva, e i soci rotariani.

gc

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Carnevale delle maschere zoomorfe, si comincia: arrivati a Isernia i gruppi...

Grande festa con gli oltre 300 figuranti pronti a portare per le vie della città suoni, musiche, canti e tutta la forza delle loro...