HomeREGIONEFunivie Molise, il rilancio passa dalle scuole. E Scarabeo accusa: finora è...

Funivie Molise, il rilancio passa dalle scuole. E Scarabeo accusa: finora è mancata la trasparenza

Incontro al Comune di Isernia per delineare nuove strategie di sviluppo della montagna molisana coinvolgendo i ragazzi in età scolastica. L’assessore alle Attività Produttive: “Basta con le diatribe da campanile, possiamo vincere la scommessa con la dovuta sinergia tra le stazioni sciistiche. Su alcuni impianti, in passato, mancavano perfino i registratori di cassa fiscali: ma ora la musica è cambiata”

 

ISERNIA. Si è svolta ieri mattina, presso la  sala consiliare del  Comune  di Isernia, una interessante  riunione  tesa  a delineare una strategia mirata al coinvolgimento diretto delle scuole nella promozione turistica  della montagna molisana, con particolare riferimento a Campitello Matese, Capracotta, Roccamandolfi e  Pescopennataro per la pratica degli sport invernali e  di soggiorno  turistico dei ragazzi in età scolastica. L’incontro  è stato  fortemente  voluto dall’amministratore  unico  di Funivie Molise  SpA,  Mario Caruso, con la collaborazione del  fiduciario dell’ Associazione Nazionale Professori Educazione Fisica Specialisti Sci Molise,  il professor Luca Mainella. Sulla  bontà dell’incontro  hanno convenuto anche  gli oratori  intervenuti  nel  dibattito  e  il folto  numero di  persone presenti. L’iniziativa  del Progetto  Scuola  rientra  nella  logica di fare del  comprensorio sciistico molisano un punto di eccellenza  per le  scolaresche e far recuperare, ai  Comuni interessati, quella  spinta propulsiva  verso un turismo  estivo-invernale  affievolitasi  nel corso dell’ultimo  decennio. Un obbiettivo  ambizioso  che  Funivie  Molise SpA sta  perseguendo con determinazione, puntando ad un’azione sinergica con tutti  i soggetti interessati. All’incontro  hanno partecipato  il sindaco di Isernia Luigi Brasiello, che ha  fatto gli  onori di casa, l’assessore regionale al Marketing territoriale Massimiliano Scarabeo e un  nutrito gruppo di imprenditori del settore. Assenti, per motivi diversi, i  sindaci dei Comuni  interessati. Nel corso degli interventi, tutti  hanno convenuto sul  fatto che, per  raggiungere risultati  efficaci, c’è  necessità assoluta  di  avere comunità di intenti e di  azione.  Al momento  esistono  zone d’ombra  che  vanno assolutamente  eliminate ma che  possono essere  superate  facilmente  mettendo a  disposizione il proprio  bagaglio di esperienze  nei settori  di propria  competenza. Per  quanto  riguarda la scuola, che era il tema principale  della  riunione, come riferito dal  professor Mainella le  cose marciano  nel  verso giusto. Di tutto  quanto concordato con Funivie Molise, quest’ultimo relazionerà al  dirigente  scolastico  regionale  che  dovrà  adottare  gli ulteriori  adempimenti di propria  competenza. Scarabeo, in particolare, ha sottolineato come tutti uniti, si possa vincere la scommessa di rilanciare la montagna molisana. “Basta con le diatribe da campanile – ha detto – Ora la musica è cambiata. Se in passato, ad esempio, è mancata la trasparenza nella gestione di alcuni impianti, dove mancavano perfino i registratori di cassa fiscali, ora questo non accadrà più. Il 7 dicembre riaprono Campitello e Capracotta: lo sviluppo economico del territorio, con la dovuta sinergia tra le stazioni sciistiche interessante, è perfettamente possibile. Ce n’è per tutti: perché noi – ha concluso – agiremo nell’esclusivo interesse degli operatori del Molise”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Isernia, la disabilità vista con gli occhi di chi la vive...

L’evento si terrà a Palazzo San Francesco. Il programma ISERNIA. Si conclude ufficialmente domani, mercoledì 29 giugno, il progetto PlaYourDream, promosso dall’Aps Luna e finanziato...