HomeSenza categoriaProvincia, quanto ci costi: nel 2012, 643mila euro tra gettoni, missioni, indennità...

Provincia, quanto ci costi: nel 2012, 643mila euro tra gettoni, missioni, indennità e commissioni ‘fantasma’

Giuseppe D’Ippolito, Idv, sgancia la bomba durante l’assise di stamani: rivela che che più di qualcuno tra i consiglieri firmava e andava via, senza partecipare ai lavori ma percependo comunque il gettone di presenza. Durante il Consiglio provinciale, il dirigente del Settore Finanze Gabriella Petrollini, su richiesta del consigliere Pdl Antonio Potena, svela tutte le spese della politica: 230mila euro per il Consiglio, 413mila per la Giunta. Nel 2012 spesi 643mila euro, quasi quanto i fondi necessari per lo sgombero neve, la biblioteca, il lavoro straordinario e parte delle spese per il riscaldamento nelle scuole

 

ISERNIA. Ormai non è più un mistero. L’apparato politico della Provincia di Isernia costa, eccome se costa. Nel 2012, le spese della Giunta provinciale di Isernia sono state pari a 413mila euro; quelle per il funzionamento del Consiglio, circa 230mila. In totale, 643mila euro lordi: quasi la stessa somma che lo Stato ha riassegnato all’ente per lo sgombero neve, la biblioteca, il lavoro straordinario e, in parte, per le spese del riscaldamento nelle scuole, cui hanno contribuito anche i dipendenti e i dirigenti con tagli alla propria indennità accessoria per 80mila euro. A svelare le magagne, durante l’assise di oggi, è stato il  dirigente del Settore Finanze, Gabriella Petrollini, su invito del consigliere Pdl Antonio Potena. Ecco le cifre percepite da presidenti assessori e consiglieri, uno per uno: numeri che faranno discutere, poco ma sicuro. Anche perché molti moralisti della politica predicano bene, invocando tagli e decurtazioni, ma in realtà sono tra i primi a percepire corposi emolumenti tra missioni e rimborsi vari. Inoltre, qualcuno, in commissione, avrebbe fatto anche il furbo. Va precisato che gli assessori devono partecipare alle commissioni se chiamati, ma senza percepire il gettone di presenza. 

 

QUANTO COSTA UN CONSIGLIERE. Per i consiglieri provinciali, il gettone lordo annuo del 2012 (comprensivo di partecipazione a Consigli, commissioni e missioni) è stato pari a 230mila euro così ripartiti:

 

Nome Carica
     Gettone lordo
Lauro CICCHINO

Presidente del Consiglio

17.500 euro
Camillo Di PASQUALE Consigliere (2012) 3.600 euro
Gino DI SILVESTRO Consigliere
19.400 euro

Roberto DI PASQUALE

Consigliere 6.500 euro
Angelo CAMELE Consigliere
2.984 euro
Antonio POTENA Consigliere 5.200 euro
Franco MARTONE Consigliere
8.900 euro
Alessandro VALLETTA Consigliere
3.190 euro
Antonino LATINO Consigliere
16.130 euro
Gregorio PERNA Consigliere 8.500 euro
Antonio CONTI Consigliere 7.966 euro
Alfredo RICCI Consigliere 9.500 euro
Aldo CICERONE Consigliere 15.490 euro, di cui 5.900 di RIMBORSI AL DATORE DI LAVORO
Mario LOMBARDI Consigliere (2012) 9.074 euro
Romeo DE LUCA Consigliere 19mila, di cui 9.900 di RIMBORSI AL DATORE DI LAVORO
Massimo VOLPE Consigliere 10.800 euro
Fausto POMPEO Consigliere 9.200 euro
Antonio SORBO Consigliere 17mila euro
Cristofaro CARRINO Consigliere 3.091 euro
Placido CACCIAVILLANI Consigliere
8.189 euro
Marcello CUZZONE Consigliere 11.141 euro
Giovancarmine MANCINI Consigliere

13.500 euro

Giuseppe D’IPPOLITO Consigliere 2.150 euro
Desio NOTARDONATO Consigliere 1.900 euro

 

LE SPESE DELLA GIUNTA PROVINCIALE. Ecco le indennità lorde annue 2012: in tutto, 413mila euro.

 

Luigi MAZZUTO: 100.900 euro, di cui 16mila di rimborso al datore di lavoro

 

Alessandro ARCARO: 24.600 euro

 

Filomena CALENDA: 33.043 euro

 

Camillo DI PASQUALE 12.700 euro

 

Clementino PALLANTE 40.430 euro

 

Antonio TEDESCHI  38.397 euro

 

Gino TACCONE 54.200 euro di cui 17mila di rimborsi al datore di lavoro

 

Florindo Di LUCENTE 44.500 euro

 

Gaetano MARUCCI 36.023 euro

 

L’ACCUSA DI D’IPPOLITO. L’esponente dell’Idv Giuseppe D’Ippolito lancia, a margine della discussione sui costi della politica, un’accusa pesantissima: “In qualche commissione si facevano riunioni cinque volte a settimana – ha rivelato – con i membri che percepivano 42 euro lordi, pari a 20 netti. Molti consiglieri, però, firmavano e andavano via“. Se fosse vero, ce ne sarebbe per la procura della Repubblica. 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

La lunga notte degli artisti di strada, il 13 agosto ‘Termoli...

Spettacoli itineranti, musica, mangiafuoco e un laboratorio di danza in programma, nel borgo e sul mare TERMOLI. Un’intera serata dedicata agli artisti di strada. Le...