HomeREGIONEBig Gino tenta la fuga in avanti ma non va da nessuna...

Big Gino tenta la fuga in avanti ma non va da nessuna parte. Tra lui e il centrodestra rottura insanabile

Nicola Cefaratti, uno degli Assessori più apprezzati della sua Giunta, è stato chiaro: il metodo deve cambiare, non ci si può candidare senza il sostegno dei partiti, dei movimenti e dei cittadini 

 

CAMPOBASSO. Ieri il sindaco del Capoluogo Luigi Di Bartolomeo ha tentato di giocare il tutto per tutto per rivendicare il diritto ad essere ancora lui il candidato del centrodestra e per mettere all’angolo i partiti che dovrebbero sostenerlo in questa seconda avventura elettorale, dopo lo schiacciante successo di 5 anni fa. La Giunta del primo cittadino ha risposto all’appello, ma il sostegno non è stato certo netto e convinto. Soprattutto alla luce delle dichiarazioni di uno dei suoi Assessori più in vista, uno di quelli che a detta di molti ha portato a casa i risultati più importanti in una legislatura certo non facile e avrebbe pure tutte le carte in regola per essere il suo successore naturale. L’ingegnere Nicola Cefaratti è stato chiaro, lui non accetta il metodo delle imposizioni, della fuga in avanti, dell’autocandidatura, che porta solo all’inutile, controproducente e masochistico isolamento politico. Big Gino tenta la fuga in avanti ma non va da nessuna parte. Tra lui e il centrodestra rottura insanabile Anche perché oggi, in piena crisi economica e politica, i partiti (o quello che è rimasto) non possono più trascurare la voglia di cambiamento che giunge da parte dei cittadini. La Giunta Di Bartolomeo, tra alti e bassi, polemiche roventi e meriti non trascurabili, il suo lavoro lo ha compiuto.  Ma adesso è necessario ripartire con strumenti nuovi. E la strada, stando all’ultimo incontro organizzato dalla nuova Forza Italia in città, sembra ormai tracciata e porta dritto dritto alle primarie aperte di coalizione, considerata pure la disponibilità del Nuovo Centro Destra e di Fratelli d’Italia. La fuga in avanti di Big Gino non porta quindi da nessuna parte. Il sindaco di Campobasso fa pochi passi e resta chiuso nel Palazzo, mentre fuori è evidente la voglia di seguire altri percorsi. Così come è ormai siderale la distanza tra il centrodestra tutto e lo stesso primo cittadino. Una distanza che non si può colmare certo con una conferenza stampa e con l’ennesimo ultimatum. 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Locandina Workshop

‘Proteggi la costa, adattati al cambiamento climatico’: workshop a Termoli 

Prevista la presenza di esperti del settore e la visita guidata presso la stazione meteomarina  TERMOLI. Si svolgerà domani, sabato 25 giugno, il secondo workshop dal titolo...