HomeSenza categoriaSanità, il 52% dei molisani non ha fiducia nel governo Frattura

Sanità, il 52% dei molisani non ha fiducia nel governo Frattura

Lo rivela un sondaggio commissionato dall’Ordine dei medici e degli odontoiatri di Campobasso. Poca fiducia nel sistema sanitario regionale: insoddisfatti 6,7 molisani su 10. Per il 40% degli intervistati “chi gestisce la sanità è incapace di utilizzare i soldi pubblici”. Irrilevente la percentuale dei molisani – solo il 5% – che sostiene la chiusura degli ospedali perché troppi

 

CAMPOBASSO. La sanità regionale viene bocciata dai molisani: è insufficiente (5,3) il giudizio espresso sulla qualità dei servizi erogati. Promossa, invece,  con un 7, la sanità privata. Sono i dati che emergono dal sondaggio realizzato da “Planetcall Direct” e commissionato dall’Ordine dei medici del capoluogo di regione sul grado di percezione della fiducia e della qualità dei servizi erogati dal sistema sanitario regionale. In caso di cure delicate e urgenti, il 42% dei molisani preferirebbe essere curato in regione, il 29% nel Nord Italia e l’11% all’estero. Promossi – con un 6,7 – gli infermieri che operano negli ospedali pubblici: risultano essere più professionali rispetto ai medici che tuttavia raggiungono la sufficienza (6). Carenze, costi alti e criticità diffuse nel sistema sanitario da attribuire, per il 40% del campione, a chi gestisce i soldi pubblici e alla elevata corruzione (28%). Per i molisani non ci sono troppi ospedali, pertanto non vanno chiusi: è assai significativo il dato percentuale che emerge dalla rilevazione. Infatti, soltanto per il 5% degli intervistati gli elevati costi del sistema sanitario regionale sono imputabili alla presenza di troppi ospedali. Dunque, sembra essere chiara la presa di posizione dei molisani nei confronti della eventuale chiusura dei nosocomi di Larino e Venafro se i piani operativi 2013-2015 del governatore-commissario Frattura dovessero essere definitivamente approvati. Non è un caso, difatti, che il 52% degli intervistati nutra poca o nessuna fiducia nell’attuale giunta regionale di centrosinistra nei confronti della quale soltanto il 42% esprime un giudizio positivo rispetto alla possibilità di migliorare la sanità in Molise. Miglioramento che lascia piuttosto tiepidi i molisani: per il 34%, nei prossimi cinque anni nella sanità regionale non cambierà nulla, mentre per il 13% peggiorerà ulteriormente, sebbene il 40% immagini possibili miglioramenti ma solo in “qualche aspetto”.  Molto critici i giudizi nei confronti dei tempi di attesa: il 63% dei molisani ha dovuto aspettare più di 30 giorni per fare un esame diagnostico. Lasso di tempo percepito come lungo o esageratamente lungo dal 76% del campione intervistato, motivo per cui il 30% dei molisani sarebbe disposto a percorrere oltre 100 km “per avere i risultati di un esame entro 5 giorni”. Il sondaggio è stato realizzato dal 28 gennaio al 7 febbraio 2014 con metodologia C.A.T.I. su un campione rappresentativo di 807 casi.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Locandina Workshop

‘Proteggi la costa, adattati al cambiamento climatico’: workshop a Termoli 

Prevista la presenza di esperti del settore e la visita guidata presso la stazione meteomarina  TERMOLI. Si svolgerà domani, sabato 25 giugno, il secondo workshop dal titolo...