HomeSenza categoriaCrisi Pd, l'affondo di Costruire Democrazia: "Tra Ruta e Frattura beghe domestiche...

Crisi Pd, l’affondo di Costruire Democrazia: “Tra Ruta e Frattura beghe domestiche e accordicchi”

Elezioni Campobasso, Costruire Democrazia: “La scelta del Sindaco barattata per accordicchi di poltrone? Servono persone e programmi per Campobasso, non per risolvere le beghe domestiche tra Frattura e Ruta”

 

CAMPOBASSO. Si è riunita ieri sera l’Assemblea del movimento civico Costruire Democrazia ed ha approvato all’unanimità l’indirizzo politico per le prossime elezioni amministrative, in particolare per il Comune di Campobasso. “Il Movimento sarà presente alle elezioni con una propria lista, un proprio programma ed un proprio candidato Sindaco, condividendo un percorso con altre forze civiche e sociali di Campobasso con le quali costruire una coalizione di governo. Si rilancia dunque l’azione politica sul territorio, e si riparte dai Consiglieri comunali di Costruire Democrazia ing. Michele Coralbo e avv. Teresa Cuomo, in totale discontinuità con le amministrazioni del passato, a partire da quelle di Di Fabio e Di Bartolomeo.

Confermata la più totale distanza dalla coalizione del finto centrosinistra e dalle sue logiche vecchie e partitocratiche: ciò che accade in queste ore conferma ancora una volta che la città viene trattata come merce di scambio per accordicchi di poltrone e per risolvere le beghe interne alla Giunta regionale tra Frattura e Ruta. Dopo un anno inutilmente trascorso a parlare di quinto assessore, indennità dei regionali, articolo 7 e quote rosa, adesso sono addirittura in panne non essendo riusciti neppure a trovare un accordo sul rimpasto di Giunta; fallendo anche nel tentativo – stando a quando si legge dai resoconti di questi ultimi giorni – di compensare qualche mal di pancia con la poltrona di Sindaco di Campobasso magari per preservare qualche poltrona isernina in odore di epurazione, mentre i drammi sociali e produttivi diventano ogni giorno più insopportabili.

Campobasso ha bisogno di persone serie, preparate e competenti, e di un programma chiaro in netta discontinuità con Di Bartolomeo e Di Fabio; non di un finto rinnovamento da sempre utilizzato gattopardescamente dai soliti noti e notabili per riciclarsi sulla pelle dei cittadini.”

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Carnevale delle maschere zoomorfe, si comincia: arrivati a Isernia i gruppi...

Grande festa con gli oltre 300 figuranti pronti a portare per le vie della città suoni, musiche, canti e tutta la forza delle loro...