HomeSenza categoriaEuropee, Fanelli: “Stiamo cambiando l’Italia per cambiare l’Europa”

Europee, Fanelli: “Stiamo cambiando l’Italia per cambiare l’Europa”

CAMPOBASSO. La segretaria regionale del Pd, Micaela Fanelli, occupata nella campagna elettorale a sostegno della candidata Maria Saladino, sta percorrendo i territori del Molise per incontrare i cittadini in vista delle elezioni europee di domenica 25 maggio. I temi clou affrontati nella sua campagna per convincere i molisani a votare il suo partito vanno dagli incentivi per l’occupazione femminile fino al sostegno alle imprese e agli investimenti nelle aree interne della regione: “Sono convinta che il 25 maggio i cittadini, quando saranno chiamati a votare tra chi si sta rimboccando le maniche e sta dando risposte e prospettive serie, e chi sa solo insultare e cavalcare il disagio sociale, sapranno cosa scegliere”. Questo l’appello lanciato dalla Fanelli che punta a convincere gli elettori facendosi forza sulle riforme avviate a livello nazionale dal governo Renzi: “La sfida è tra chi sta costruendo e chi è interessato solo a distruggere. Matteo Renzi – afferma la Fanelli – ha dato la spinta al cambiamento con riforme rapide: quella della pubblica amministrazione, per cui abbiamo lanciato la ‘staffetta generazionale’ per dare spazio ai giovani e creare occupazione; la riforma del Senato con cui tagliamo i costi della politica e riduciamo numero dei parlamentari. Poi – continua il segretario regionale Pd – atti già concreti come il taglio Irap per le imprese, il decreto lavoro per favorire le assunzioni soprattutto di giovani, gli 80 euro che tra pochi giorni andranno nelle tasche di dieci milioni di italiani e che saranno estesi alle fasce dei cassintegrati e disoccupati. E ora il piano per la messa in sicurezza delle scuole”. Poi si sofferma sulle promesse in caso di vittoria richiamando temi quali il lavoro e l’immigrazione: “Più il Pd sarà forte, più potrà incidere in Europa dove porteremo con forza la nostra azione: meno burocrazia, stop all’austerità che ha alimentato la crisi, sostegno più deciso alle imprese e alla creazione di posti di lavoro, uso capace di fondi strutturali, più investimenti nelle nostre aree interne. E – puntualizza Fanelli – più uguaglianza, perché i nostri luoghi del Molise e del Mezzogiorno, che hanno nel dna il principio dell’accoglienza, non riescono nella quotidianità a garantire a pieno quella solidarietà verso i migranti, verso il Mediterraneo, verso coloro che abbiamo il dovere etico di accogliere. Vogliamo cambiare l’Europa – conclude appellandosi ai cittadini – facciamolo a cominciare dal 25 maggio”.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

‘Musica in villa’, si parte il 3 luglio: Histérico Duo apre...

I concerti estivi a Villa de Capoa, organizzati dagli ‘Amici della musica’, con il contributo del Comune di Campobasso CAMPOBASSO. Domenica 3 luglio, all’interno di...