La forma di protesta sarebbe finalizzata ad esercitare pressioni sul governatore Frattura affinché torni sui propri passi in materia di riordino sanitario. Intanto, è confermata la manifestazione a Roma per il primo luglio prossimo