BELMONTE. Una notizia che ha dell’incredibile, quella che ha come protagonisti una coppia di anziani fratelli di Belmonte, Nicola e Maria Paglione. I due, durante una giornata di normale routine quotidiana, fanno una scoperta che nonostante l’età avanzata – 74 anni lui e 75 lei – potrebbe cambiare la loro vita. Un tesoro nascosto dietro vecchi mobili nella loro casa, avvolto in un fazzoletto di stoffa che conteneva ben dieci buoni fruttiferi postali da 500mila lire ciascuno, per un totale di 5 milioni di lire. I buoni, che risalgono agli anni ’90 e che sono intestati proprio ai due fratelli, potrebbero valere oggi circa 176mila euro. Il condizionale è ancora d’obbligo, poiché il valore stimato dall’Agitalia, associazione specializzata in questo tipo di stime, a cui si sono rivolti i fratelli Paglione, deve essere confermato dalle Poste italiane. “Sui titoli postali è stata effettuata una stima – fanno sapere dall’Agitalia – da un nostro consulente contabile che ha calcolato tra interessi, rivalutazione e capitalizzazione per oltre 20 anni di giacenza in Posta un valore di circa 176mila euro. La richiesta è già stata regolarmente inoltrata a Poste italiane”. Gli anziani di Belmonte si sono rivolti, dunque, all’ufficio legale dell’Associazione per ottenere il rimborso dei titoli postali rinvenuti con i dovuti interessi.

Fr. Ma.