HomeSenza categoriaSanità, è rivolta generale. Chieste le dimissioni di Frattura e Rosato: "Hanno...

Sanità, è rivolta generale. Chieste le dimissioni di Frattura e Rosato: “Hanno fallito”

Durissimo attacco dei Comitati “Pro Cardarelli” e “Veneziale Bene Comune”  contro il presidente della Regione e il subcommissario alla sanità: “Hanno dimostrato di non avere alcuna competenza in campo sanitario; entrambi responsabili di questa situazione penosa”

 

CAMPOBASSO. Dopo l’ennesima bocciatura incassata nei giorni scorsi da parte del Tavolo tecnico nazionale sulla sanità, il governatore Frattura ne riceve un’altra, questa volta da parte dei comitati per la difesa degli ospedali Cardarelli di Campobasso e Veneziale di Isernia. Entrambi bollano come inevitabile il giudizio negativo espresso da Roma su “un Piano operativo assolutamente non in grado di rispondere alle esigenze di salute del cittadino molisano”.  “Anche noi bocciamo Rosato e con lui il Commissario Frattura – dichiarano congiuntamente i comitati – perché entrambi hanno dimostrato di non avere alcuna competenza in campo sanitario. Entrambi – proseguono -hanno tutta la responsabilità della penosa condizione molisana, compreso l’imminente arrivo di un nuovo commissario alla sanità. Rosato e Frattura hanno fallito. Buona regola sarebbe che si dimettessero entrambi“.

Dura anche la presa di posizione nei confronti del subcommissario alla sanità, Nicola Rosato, che al termine della riunione romana così si era espresso: “I comitati civici non hanno titolo a interferire con decisioni come quelle di cui si sta discutendo. I giudici, infatti, dovrebbero rendersi conto che ritardare le decisioni non fa bene al Molise”. Dichiarazioni che hanno provocato lo sdegno dei comitati che non hanno esitato a giudicarle come “sprezzanti e contro i cittadini, colpevoli solo di aver protestato”. “Rosato – concludono i comitati – pur lavorando  sulla riorganizzazione della sanità da anni, non è riuscito a produrre nient’altro che progetti bocciati e schemi di organizzazione sanitaria nettamente a favore delle strutture private“.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Turismo, nel 2022 oltre 80mila visitatori nei siti molisani

Un bilancio positivo quello della Direzione regionale musei: Pietrabbondante, Museo Sannitico, Castello Pandone e Castello di Civitacampomarano in continua crescita CAMPOBASSO. La Direzione Regionale Musei...