I carabinieri del Comando provinciale pentro hanno setacciato cantieri e luoghi della provincia considerati ‘sensibili’ sotto il profilo ambientale e del patrimonio paesaggistico e hanno scovato lavoratori in nero e violazioni alle norme di sicurezza