LONDRA. Si è conclusa lpochi giorni fa la rassegna del Bellavita Expo 2014, il più grande Trade Show internazionale dedicato alle eccellenze del made in Italy nella filiera agro-alimentare che si sia mai svolto in Inghilterra, con il patrocinio del ministero dello Sviluppo e il benestare del Parlamento europeo. “Per la rassegna abbiamo selezionato le eccellenze italiane per mostrarle al mondo”, ha dichiarato Aldo Mazzocco di Quiris Media nonché fondatore di Bellavita Expo.
La manifestazione ha visto l’intervento attivo dell’Azienda Speciale Sei della Camera di Commercio di Isernia nel sostenere, nell’ambito del progetto “Scounting e assistenza delle nuove imprese esportatrici”, la partecipazione di alcune tra le maggiori aziende molisane. Esse hanno avuto la possibilità di esporre i propri prodotti e confrontarsi con più di 2.000 operatori commerciali, tra italiani e stranieri e con alcuni tra cui i principali buyers del mercato inglese invitati alla manifestazione, tra questi Harrods, Tesco, Selfridges e Waitrose. La rassegna che si è tenuta presso l’Old Truman Brewery, vecchia distilleria riconvertita in una cittadella della creatività e spazio espositivo, ha accolto 276 aziende italiane e più di 6.000 visitatori e ha visto alternarsi master class, tavole rotonde, degustazioni e live showcooking.
I più grandi nomi dell’enogastronomia italiana hanno partecipato alla manifestazione in qualità di ambasciatori del Made in Italy per portare nel Regno Unito l’eccellenza italiana, raccontandola attraverso le due aree tematiche “La passione del vino” e “Le vie del gusto”.
Soddisfatte le aziende molisane, che hanno avuto modo di creare ed ampliare i loro contatti a livello internazionale, opportunità fondamentale in questa difficile congiuntura economica.
Soddisfatto anche il presidente della Camera di Commercio di Isernia, Pasqualino Piersimoni, il quale ha assicurato che “l’ente camerale proseguirà nel suo impegno a favore della promozione e dell’internazionalizzazione delle imprese, con la consapevolezza che essa sia una priorità imprescindibile per gli operatori economici del nostro territorio”.

Francesco Clemente