HomeNotizieCRONACADiffamazione ai danni di Scarabeo: prosciolto Bianchi

Diffamazione ai danni di Scarabeo: prosciolto Bianchi

L’assessore regionale querelò l’ex patron di Ittierre a seguito di uno scontro verbale avvenuto nel pieno della crisi dell’azienda di Pettoranello del Molise. Oggi la decisione del giudice per le udienze preliminari del tribunale di Isernia

ISERNIA. Il pubblico ministero del tribunale di Isernia, Maria Carmela Andricciola, ne aveva chiesto il rinvio a giudizio per l’ipotesi di reato di diffamazione a mezzo stampa ai danni dell’assessore regionale alle Attività Produttive, Massimiliano Scarabeo. Ma il giudice per le udienze preliminari, Elena Quaranta, ne ha stabilito il proscioglimento. Protagonista della vicenda è l’imprenditore comasco Antonio Bianchi. I fatti risalgono al giugno 2013, quando l’ex patron di Ittierre – nel pieno della crisi che investì l’azienda – inviò una dura nota stampa per controbattere all’assessore, il quale si era fatto portavoce di fornitori e dipendenti che lamentavano presunte inadempienze in termini di pagamenti. Lo scontro verbale finì per spostarsi sui bilanci delle aziende della famiglia Scarabeo e sui rapporti con alcune maestranze. Di qui la querela da parte dell’assessore regionale, sfociata nella richiesta di rinvio a giudizio per Bianchi, poi l’epilogo odierno.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Unimol, Michela Nista la prima specializzata medica in Patologia e Biochimica...

Per la dottoressa già un incarico a tempo indeterminato all’ospedale ‘Veneziale’ di Isernia CAMPOBASSO. Pochi giorni fa Michela Nista, molisana, nata e residente a Isernia,...