HomeNotizieCRONACAPolizze auto: costi in calo ma ancora troppo alti

Polizze auto: costi in calo ma ancora troppo alti

È ufficiale. Per la prima volta negli ultimi 30 anni le polizze Rc auto stanno accennando un minimo di discesa. È questo il dato che emerge dalla relazione annuale recentemente presentata Salvatore Rossi, l’attuale Presidente dell’IVASS, l’Istituto di Vigilanza del settore assicurativo italiano.

Secondo i dati esposti il calo percentuale dovrebbe aggirarsi intorno al 3.8%. Troppo poco per carità, ma almeno si può parlare di una prima inversione di tendenza rispetto ad un trend caratterizzato da continue fasi di crescita dei costi.

Nonostante il calo su base annua però, resta ancora e pesante, il gap tra i prezzi delle RC auto in Italia e la media del resto dell’Europa. Secondo le ultime stime, nel resto del Continente, il costo medio di una polizza rc auto sarebbe di circa 250 euro annui. Sapete quanti sono gli italiani (pochi fortunati) che spendono questa cifra per la propria rc auto? Solo 5% di tutti gli assicurati. Per tutti gli altri il costo medio di una rc auto secondo i dati IVASS è di circa 500 euro, esattamente il doppio rispetto al resto dell’Europa.

Anche alla luce di questa considerazione si spiega un altro dato presentato dal Presidente dell’IVASS che riguarda il numero di veicoli che circolano in Italia completamente privi di assicurazione: sono circa 3.5 milioni.  Un dato, quest’ultimo, che fa il palio con altro che è quello relativo al decremento del numero totale di polizze stipulate, calate di circa il 3% in anno.

Alla luce di questi dati viene da chiedersi su come sia davvero possibile per gli automobilisti corretti (ovvero quelli che pagano regolarmente la polizza) risparmiare in modo sostanzioso sul costo della propria RC Auto. Purtroppo non esistono panacee univoche rispetto a questa problematica; esistono infatti specifiche criticità geografiche che sono difficili da risolvere (pensiamo ad esempio a Napoli dove negli ultimi tempi si è addirittura assistiti a casi di compagnie che hanno rifiutato di assicurare quattordicesime classi).

Se però si va a considerare la media nazionale la soluzione meglio in grado di garantire un risparmio effettivo sui costi della rc auto è quella che passa attraverso un maggiore utilizzo degli strumenti di confronto come ad esempio i comparatori e i portali dedicati alle assicurazioni online; un precedente studio IVASS aveva infatti rilevato che,  se tutti gli automobilisti italiani si impegnassero ad ogni rinnovo a selezionare e scegliere ogni la compagnia con la migliore offerta (relativa al proprio profilo di assicurato) si genererebbe un risparmio medio per singola polizza di circa 180 euro. Non arriveremmo ai 250 euro della media europea, ma poco ci manca.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Itef classe 1972, 50 anni dopo la rievocazione dei diplomi

Isernia/ Una giornata evento fortemente voluta da Pietro e Pasqualina Valentino: presenti alunni ed ex professori dell’epoca, oltre al preside Carmosino. LE FOTO ISERNIA. Cinquant’anni...