HomeNotizieCRONACASeimila auto a prestanome, scoperta truffa da tre milioni di euro

Seimila auto a prestanome, scoperta truffa da tre milioni di euro

ISERNIA. False intestazioni di automobili, la polizia stradale di Isernia scopre una maxi truffa da tre milioni di euro. A far scoppiare la scintilla sarebbero stati banali accertamenti su contravvenzioni per eccesso di velocità effettuati dagli agenti di Isernia, che gestivano i controlli dei tutor presenti in regione e in alcune aree della Campania. Dalle indagini, cui avrebbe partecipato anche la squadra di polizia giudiziaria compartimentale di Napoli, gli uomini al servizio del vicequestore aggiunto Paolo Mancino hanno individuato 30 persone che risultavano intestatarie, ovviamente in modo fittizio, di circa seimila veicoli. Tutti loro sono stati denunciati per truffa ai danni dello Stato e falsità ideologica, in concorso con altre persone per le quali sono ancora in atto altre indagini. Il valore di mercato degli autoveicoli e la somma delle multe non pagate ammontava a circa tre milioni di euro.
I disonesti, sebbene di fatto disoccupati o lavoratori dipendenti, risultavano, infatti, fittiziamente titolari di ditte individuali, regolarmente iscritte al registro delle imprese, e abilitate alla compravendita di autoveicoli. Lo scopo del marchingegno truffaldino era quello di intestarsi, in cambio di piccole somme di denaro, veicoli di fatto appartenenti e utilizzati da altri soggetti. In tal modo, affermano gli inquirenti, i reali utilizzatori degli autoveicoli erano liberi di usarle per scopi illeciti, quali l’elusione del pagamento delle multe o dei pedaggi autostradali, ma anche per viaggiare con mezzi sprovvisti di copertura assicurativa, come di ogni altra responsabilità. Gli agenti hanno provveduto a schedare tutti gli autoveicoli, inserendoli nella banca dati Sdi (Sistema di indagine), al fine di garantire alle altre forze dell’ordine di effettuare un adeguato controllo dei passeggeri, nei casi di fermo sul territorio, e magari per sottoporle a fermo amministrativo. Tutti gli autoveicoli coinvolti sono stati sottoposti alla cancellazione delle false intestazioni dai rispettivi registri del Pra e dell’Aci di Isernia.

FC

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Scuola strumento di pace, la ‘Petrone’ premiata a Roma

Oggi la consegna del riconoscimento all’istituto di Campobasso. Ospite di spessore della manifestazione la scrittrice ungherese Edith Bruck, che si è congratulata personalmente con...