La Fondazione Neuromed si farà carico del restauro della dimora venafrana simbolo dell’Unità d’Italia, utilizzandola anche come sede