HomeSenza categoriaNomine assessori, Guerriero sannita: “Politica mediocre”

Nomine assessori, Guerriero sannita: “Politica mediocre”

ISERNIA. “Le dichiarazioni del primo cittadino Brasiello rappresentano solo parole senza senso per giustificare il proprio operato in un modo ‘arrangiato’. Senza nulla togliere ai neo-assessori, credo sia troppo facile stare affacciati alla finestra e non metterci la faccia nelle competizioni politiche, per poi di fatto ritrovarsi nell’agone politico senza colpo ferire. Non credo che nell’assise comunale non vi siano professionisti competenti, affidabili o rappresentativi dell’identità isernina e pronti a mettersi a disposizione della propria città. Forse, caro Brasiello, non troviamo tra i consiglieri comunali, e qui hai ragione, cognomi blasonati che fanno la differenza, ma certamente troviamo giovani di belle speranze, laureati e professionisti, che hanno condiviso un percorso politico mettendoci faccia, soldi, sacrificio e speranza. Credo ormai che la politica isernina rispecchi molto quella regionale, Brasiello uguale a Frattura, si premiano gli amici e gli amici degli amici, offendendo tutti coloro i quali hanno dato l’anima per un ideale, affrontando le varie competizioni politiche, di certo non secondi a questi signori, che ora siedono nelle stanze del potere. Promesse programmatiche non mantenute come se il cittadino fosse un mezzo e non l’attore principale da rispettare.

Ancora una volta dalla periferia al centro: le promesse sono parole al vento, una politica distaccata dalle reali esigenze del cittadino, una politica che naviga a vista senza bussola, avendo quale unico scopo la salvaguardia della propria persona. Oggi il popolo isernino e quello molisano rimpiangono i D’Uva, Petrocelli, Tedeschi, Vecchiarelli, Sedati, D’Aimmo, Sammartino, Di Domenico, politici di tutto rispetto che hanno fatto grande la realtà pentra e il Molise intero, una realtà che si sta sgretolando, impoverendo sempre di più sotto il profilo sociale ed economico, a causa dell’incompetenza amministrativa e politica di politici mediocri che si ritrovano dalla sera alla mattina a governare macchine amministrative complesse. I risultati sono sotto gli occhi di tutti i cittadini che si aspettavano il cambiamento.
Mi auguro che questi giovani, preparati e vogliosi consiglieri comunali, che siedono tra i banchi di Palazzo San Francesco, non accettino passivamente di essere scavalcati perché non sono secondi a nessuno e il silenzio proprio da parte di giovani che tanto hanno dato in prima persona è il segnale di un non ritorno. È la fine di una speranza che molte persone di una certa età hanno riservato nei confronti dei giovani e di una nuova politica”.

Il presidente regionale del Guerriero sannita
Giovanni Muccio

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Istituto diocesano di musica sacra, aperte le iscrizioni per il nuovo...

Le lezioni si terranno presso l’ex seminario vescovile di Termoli  TERMOLI. Sono aperte le iscrizioni per l’anno accademico 2022/2023 dell’Istituto diocesano di musica sacra: lo...