HomeSenza categoriaSanità, nuova tegola sui molisani: aumentano le ricette mediche per oltre 70...

Sanità, nuova tegola sui molisani: aumentano le ricette mediche per oltre 70 prestazioni

CAMPOBASSO. I residenti in Regione saranno chiamati a nuovi sacrifici economici, come se non bastassero quelli patiti negli ultimi 8 anni di piano di rientro dal debito sanitario. Infatti, il decreto emanato dal Commissario ad acta della sanità Paolo Frattura, lo scorso 8 giugno, ha predisposto il taglio di ulteriori 70 prestazioni sanitarie prima ricomprese nei Livelli essenziali di assistenza. Il nuovo ‘nomenclatore tariffario’ delle prestazioni specialistiche ambulatoriali – come si legge sul ‘Giornale del Molise’ – sarà ancor più carente, riversando sui cittadini tutti i suoi effetti. Il primo è sicuramente quello economico: difatti, si dovranno pagare circa sessanta euro per ognuna delle prestazioni sanitarie considerate extra Lea. Un provvedimento che acuirà maggiormente quelle differenze tra i servizi sanitari delle varie regioni d’Italia, creando una sanità di serie A nelle regioni virtuose e una di serie B in quelle che si trovano in piano di rientro.
Dal primo luglio i pazienti ai Cup (Centri unici di prenotazione) potranno imbattersi in spiacevoli sorprese, trovandosi a dover sborsare una base di 60 euro per prestazioni fino a poco tempo fa ricomprese nel costo massimo che una ricetta potesse avere, cioè 50 euro. In tal modo si pagheranno extra su terapia fisica, ultrasuoni, agopuntura, analisi di laboratorio, infusione di ferro, ginnastica in acqua e altre sessantaquattro prestazioni. Sembra che si siano salvati, almeno per ora, le prestazioni di mono e poli chemioterapia che potranno essere fatte in day hospital.

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Carnevale delle maschere zoomorfe, si comincia: arrivati a Isernia i gruppi...

Grande festa con gli oltre 300 figuranti pronti a portare per le vie della città suoni, musiche, canti e tutta la forza delle loro...