HomeNotizieSPORTIsernia Fc, ancora un pareggio: 2-2 con l’Amiternina

Isernia Fc, ancora un pareggio: 2-2 con l’Amiternina

AMITERNINA 2

ISERNIA 2

AMITERNINA:  Schina, Ventura (32’ D’ Alessandris),  Mariani, Valente, Di Ciccio, Marcotullio, Di Paolo, Dawid Lenart, De Matteis (66’ Terriaca), Torbidone, Lukasz Lenart (55’ Shipple). A DISP. Merlini, Gizzi, Tinari, Giulitti, Marino, Domenico Di Alessandro, D’Alessandris, ALL. Vincenzino Angelone

ISERNIA:  Maggi, Mancino, Santoro, Simonetti, Ruggieri, Pepe (77’ Sabatino), Mingione (73’ Cantoro), Fontana, Scimò, Panico, Mascolo (62’ Saltarin). A DISP. Scalia, Cirillo, Pascarella, Rega, Manzo, Tuccia. ALL. Pierluigi De Bellis

ARBITRO: Luca D’Aquino di Roma

Assistenti: Amilcare Montano e Massimo Di Crasto di Formia

RETI: 10′ Panico (rig.), 56’ De Matteis, 70’ Dawid Lenart, 72′ Ruggieri

AMMONITI:  Di Ciccio,Ventura, Mancino, Santoro, Ruggieri, Cantoro

ESPULSI: 51’ Mariani, 75’ D’Alessandris

ANGOLI: 3-5

RECUPERO: 1pt,7st

SCOPPITO. L’Isernia torna dalla trasferta in terra abruzzese con  un magro bottino. Contro l’ultima in classifica avrebbe preferito portare a casa i tre punti. Ma così non è stato. I biancocelesti  non sono riusciti a sfruttare al meglio le occasioni da goal create e l’inferiorità numerica degli abruzzesi, che dal 75’ si sono ritrovati in 9 uomini. La squadra di De Bellis ottiene  il secondo pareggio di fila, dopo quello di domenica scorsa con la Recanatese e conquista un punto che le consente comunque di conservare una buona posizione in classifica soprattutto rispetto alle altre due squadre molisane. I biancocelesti si posizionano al quinto posto con 12 punti. Contro l’Amiternina De Bellis si affida al consueto 4-2-3-1. In difesa Mancino, Pepe, Ruggieri e Santoro. Sulla linea mediana Simonetti e Fontana, il trio Scimo’, Mingione, Mascolo alle spalle di Panico. Angelone invece opta per il 4-3-3 e in attacco schiera il tridente composto da Torbidone, De Matteis, Lenart L. Dopo appena due minuti  è l’Isernia a pungere con Ruggieri su punizione, ma Schina salva la porta in due tempi. Al 9’ Di Ciccio commette fallo su Panico. Cartellino giallo per il giocatore abruzzese e calcio di rigore per l’Isernia. A realizzare dagli undici metri ci pensa il capitano: 0-1. Settimo centro stagionale per lui e  -6 dal traguardo dei 100 goal in maglia biancoceleste. Al 31’ Schina devia in angolo la conclusione di Mingione. Allo scadere, sugli sviluppi di un corner, Scimò prova il colpo di testa, ma la palla sfiora la traversa. I biancocelesti chiudono la prima frazione in vantaggio. Nella ripresa, al 51’, Mariani commette un brutto fallo su Mingione e si becca il rosso diretto. Nonostante l’inferiorità numerica gli abruzzesi riescono a ristabilire le distanze con De Matteis, che sfrutta di testa  una punizione: 1-1. L’Isernia tenta di reagire con Scimo’, ma Schina fa buona guardia. Al 70’  l’Amiternina trova il goal del vantaggio grazie a una punizione di  Dawid Lenart: 2-1. Al 72’ i biancocelesti pareggiano i conti con Ruggieri su calcio piazzato: 2-2. Alcuni minuti piu’ tardi D’ Alessandris viene espulso per un fallo di reazione. Gli abruzzesi si ritrovano in 9 uomini, ma non demordono. Al 79’ ci provano con Torbidone dalla distanza, ma la conclusione sfiora la traversa. Risponde l’Isernia con Sabatino, il cui pallonetto viene deviato in corner da Schina. Il match si chiude in parità. L’Amiternina -dopo Matelica e Campobasso- riesce ancora una volta a strappare un pareggio contro un avversario importante. De Bellis invece fa mea culpa  e non nasconde di avere avuto ad un certo punto il timore di tornare a casa con una sconfitta: “ Non siamo stati bravi a concretizzare le occasioni da goal create-dichiara il tecnico- Per come si era messa la partita abbiamo anche rischiato di perderla. Siamo stati bravi invece a ribaltare il risultato. Abbiamo avuto tre  occasioni clamorose con Sabatino, Saltarin e Scimo’, ma il portiere avversario è riuscito a neutralizzarle in maniera strepitosa. Inoltre, siamo stati poco lucidi nel giocare palla a terra. Il problema – prosegue De Bellis – è  soprattutto in attacco. Se non segna Panico, non riusciamo ad essere abbastanza incisivi  con altri giocatori. Mi auguro che prima o poi anche gli altri riescano a sbloccarsi. Tuttavia abbiamo disputato un buon primo tempo, soprattutto rispetto alla seconda frazione di gioco.  Abbiamo avuto una ghiotta occasione con Mascolo, che sottoporta non è riuscito a sfruttare al meglio il cross di Mingione. Se avessimo chiuso il primo tempo sul 2-0 probabilmente avremmo vinto. Inoltre- aggiunge-  abbiamo preso goal su due palle inattive e questo è un problema che ci portiamo dietro perché finora non abbiamo mai preso goal su azione. Ci stiamo lavorando, ma ancora non riusciamo a risolverlo. Purtroppo non siamo riusciti a gestire al meglio quel  lasso di tempo in cui gli avversari si sono ritrovati in 9 uomini, ma hanno comunque affrontato la gara con agonismo. Siamo rammaricati per non aver fatto qualcosa in piu’ per vincere la partita”.  Il prossimo turno vedrà i biancocelesti impegnati al Lancellotta in una sfida incandescente con la capolista Sambenedettese.

                                                                                 Giu.Cri.

 

 

                                                                                                                     

Più letti

Il Paleosuolo al Museo del Paleolitico di Isernia

Musei e luoghi di cultura in Molise aperti per il 25...

In occasione della Festa della Liberazione ingresso gratuito CAMPOBASSO-ISERNIA. Per il 25 aprile, Festa della Liberazione, e per le celebrazioni del 1 Maggio, festa dei...
spot_img
spot_img
spot_img