SESTO CAMPANO. Una trentina di persone sono state evacuate dalle loro case in contrada Taverna a Sesto Campano, dove una frana di fango, pietre, alberi e detriti, verificatasi nel tratto compreso tra il km 5,300 e il km 14,400 della Statale 85 ‘Venafrana’, tra i territori comunali di Presenzano, Sesto Campano e Venafro, si è abbattuta su alcune abitazioni. Salve per miracolo le famiglie residenti in zona, che hanno vissuto attimi di terrore puro. Il tratto di strada interessato resta chiuso per motivi precauzionali su disposizione delle autorità competenti e degli enti locali, riunitisi presso la prefettura di Isernia nel tardo pomeriggio.
Come riferito all’Ansa da uno dei residenti, ”si è staccato un costone ed è stato terribile, abbiamo visto arrivare una pioggia di fango, detriti, pietre, alberi, che è arrivata fino ai tetti delle abitazioni, siamo vivi per miracolo”. Sono scoppiate anche alcune tubature. Paralizzato il traffico. La Protezione Civile è al lavoro per l’accoglienza degli sfollati in albergo.
E’ piena emergenza maltempo in tutto il Molise. Le abbondanti piogge che da ieri sera stanno interessando tutta la regione creano ovunque danni e disagi. Sono decine, come riferisce sempre l’Ansa, gli allagamenti sia in provincia di Campobasso che in quella di Isernia.
Particolarmente difficile la situazione nell’area del Matese, nei comuni di Guardiaregia, Bojano e Vinchiaturo, dove i torrenti hanno invaso strade e campi. In particolare, a Vinchiaturo, sei operai della ditta Edicol sono rimasti bloccati nel pomeriggio presso l’azienda sita nel nucleo industriale. A trarli in salvo i vigili del fuoco, che li hanno raggiunti con un gommone. Analogo scenario nella zona di Venafro, dove l’acqua ha invaso anche alcune abitazioni.
Proprio a Venafro stamattina a causa delle infiltrazioni si sono staccati alcuni pannelli dal controsoffitto nella scuola ‘Testa’ e, per precauzione i bambini sono stati fatti uscire. Lunghe code sulle strade con automobilisti in alcuni casi rimasti bloccati nell’abitacolo a causa della pioggia; decine gli interventi dei vigili del fuoco che lavorano senza sosta ormai da ore. In seguito agli allagamenti è stato chiuso un tratto della Statale ‘Sannitica’ a Guardiaregia, mentre per uno smottamento è stato chiuso anche un tratto della Statale ‘Val Fortore’ nel territorio di Riccia, riaperto al traffico intorno alle ore 18.20 dopo l’esondazione del torrente ‘Succita’. Nelle zone dove si stanno verificando queste emergenze sono presenti uomini dell’Anas e delle forze dell’ordine.
Situazione complicata anche in basso Molise, dove le forti piogge hanno favorito ben quattro incidenti sulla Statale 16 e sulla strada che collega Montefalcone con Montemitro.