HomeSenza categoriaSanità e corruzione, Scarabeo: Cotugno solerte a corrente alternata

Sanità e corruzione, Scarabeo: Cotugno solerte a corrente alternata

CAMPOBASSO. Sanità, Massimiliano Scarabeo interviene sulle dichiarazioni fatte dall’Anac, che ha smentito che il suo presidente Raffaele Cantone abbia mai rilasciato dichiarazioni sul Molise e sulla sanità della regione. Così come Cantone non ha mai detto, ha aggiunto l’Anac, che “la Regione sarebbe inadempiente al 100% rispetto agli obblighi anticorruzione”. Un chiarimento, quello dell’Autorità nazionale, sollecitato dal presidente del Consiglio regionale Vincenzo Cotugno.

Tutto sembra nato dal fatto che Cantone, il 6 aprile scorso, ha partecipato al convegno per la presentazione del Rapporto di Tranparency Italia, Censis ed Ispe-Sanità sulla corruzione sanitaria (intitolato “Curiamo la corruzione. Percezione dei rischi e sprechi in sanità”). A pagina 37 e 38 di tale Rapporto, chiarisce Scarabeo, si legge che il Molise ha il 100% di aziende inadempienti in relazione agli obblighi anticorruzione. Leggendo i numeri l’azienda interessata è una, l’Asrem.

C’è da dire che subito dopo la presentazione del Rapporto, l’Asrem ha fatto una precisazione. Sostenendo “che il 100% di inadempienza comunicato dall’Anac non corrisponde al vero – si legge nella nota aziendale – Si informa che l’Asrem ha adottato diverse misure atte a contrastare la corruzione ottemperando a gran parte degli obblighi previsti dalla legge e che tali iniziative sono state comunicate all’Anac. Le iniziative e gli atti già adottati, pertanto, pongono l’azienda in una condizione tra quelle che a livello nazionale hanno adottato più misure per prevenire e combattere la corruzione. L’Asrem considera la lotta alla corruzione quale obiettivo fondamentale, tant’è che sono stati adottati il Piano Anticorruzione, il Programma per la Trasparenza e il Codice di Comportamento, portati a conoscenza di tutti i dipendenti dell’Azienda. In particolare il Piano Anticorruzione è stato aggiornato di anno in anno”.

Ma il Rapporto di Trasparency quei dati li riporta. Giusti o sbagliati che siano. Un elemento sul quale punta il dito Scarabeo. “Mi soffermo a considerare – ha dichiarato il consigliere regionale – con quanta celerità e con quanta enfasi il presidente del Consiglio regionale, indignato e crucciato dalle mie affermazioni sulla sanità molisana, si sia precipitato ad adire l’Autorità Anticorruzione al fine di poter smentire quanto da me asserito. Mi chiedo – ha aggiunto Scarabeo – perché questo formidabile spirito non c’è anche quando oggetto di attenzione non è la sanità, ma altri settori di interesse pubblico? Perché la denuncia da me sollevata all’Anac in relazione al Consorzio per lo sviluppo industriale di Venafro-Isernia in merito a situazioni di conflitto di interesse e palese violazione del Codice Etico (emanato proprio in attuazione della normativa anticorruzione) non ha avuto per il presidente Cotugno la stessa importanza”. Il botta e risposta, dunque continua. 

 

spot_img
spot_img
spot_img

Più letti

Museo dei Misteri di Campobasso

Giornate Fai d’autunno: ecco i luoghi aperti in Molise

La manifestazione di scena sabato 15 e domenica 16 ottobre CAMPOBASSO. tutto pronto per l’11esima edizione della Giornate FAI (Fondo Ambiente Italiano) d’Autunno. Sabato 15...