HomeSenza categoriaNo al Referendum, in Molise nasce ‘Idea’

No al Referendum, in Molise nasce ‘Idea’

Promossa dal senatore ed ex ministro Gaetano Quagliariello, rappresenta un’evoluzione dell’Italia unica di Corrado Passera e punta ad essere “la quarta gamba del centrodestra”. Responsabile regionale Maurizio Tiberio, che dice no a “fughe in avanti” per le elezioni regionali del 2018


CAMPOBASSO. Dire ‘No’ al Referendum costituzionale e dar vita a un nuovo progetto politico, un movimento che punta ad essere “la quarta gamba del centrodestra”. Questo l’obiettivo di ‘Idea-Identità e azione’, il movimento presieduto dal senatore ed ex ministro delle Riforme Gaetano Quagliariello, costituito anche in Molise e illustrato oggi a Campobasso, insieme ai primi punti del programma, alla presenza del responsabile nazionale dell’organizzazione Pino Bicchielli. Un’evoluzione di ‘Italia unica’ di Corrado Passera, oggi sciolta.

Responsabile regionale Maurizio Tiberio, già leader di ‘Italia unica’, responsabili provinciali di Campobasso e Isernia Annibale Ciarniello e Antonio Potena. Mentre a guidare i Comitati per il No al referendum ci sono Francesco Pilone (responsabile regionale), Mario Colalillo (responsabile provinciale di Campobasso) e Paolo Potena (responsabile provinciale di Isernia). Organigramma presentato oggi, in vista dell’appuntamento in programma il 13 ottobre a Termoli, per la presentazione del libro di Quagliariello e Valerio Onida “Perché è saggio dire no, la vera storia di una riforma che ha cambiato verso”.

“Quando nel 2013 è iniziato il processo per le riforme costituzionali – ha chiarito Bicchielli – e il senatore Quagliariello è stato inserito tra i ‘saggi’ del presidente Napolitano si lavorava per cercare una condivisione tra centrodestra e centrosinistra. Oggi invece il Paese è spaccato. Noi non siamo per il no in generale, ma diciamo no a questa riforma. A livello nazionale abbiamo già costituito 350 comitati per il ‘no’ e puntiamo ad arrivare a quota 800, in Molise a 20 comitati sul territorio. A livello politico – ha aggiunto Bicchielli –  puntiamo a essere il lievito del centrodestra, avendo come figura di riferimento Stefano Parisi. La nostra idea è quella di dar vita a un soggetto politico ampio, che aggreghi e non divida”.

A livello regionale ‘Idea’  chiarisce la sua posizione, anche in vista delle elezioni del 2018. “Vogliamo una tavola rotonda e diciamo no a ogni fuga in avanti – Tiberio su questo è stato categorico – Non vorrei che il sondaggio sul gradimento dei governatori, che ha evidenziato il calo di consensi del presidente Frattura sia letto in maniera sbagliata. Tutti sanno l’affetto che mi lega a Michele Iorio – ha aggiunto Tiberio – ma credo che oggi sia necessario un rinnovamento. Iorio deve compiere un atto di generosità, affinché anche in Molise si possa costruire un progetto diverso e si ridia speranza ai cittadini. Sono convinto che la prossima sia l’ultima legislatura per questa regione – ha concluso ventilando l’ipotesi di un nuovo assetto istituzionale – per questo sarà anche la più importante”.

Carmen Sepede

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Igles Corelli

I sapori del Molise sulla terrazza di Villa Dalla: lo chef...

Pietanze sublimi realizzate con prodotti delle principali realtà alimentari della regione. Organizzazione affidata alla collaborazione imprenditoriale tra 'Sintattica Servizi e Turismo' e 'Ranallo Grandi...