HomeSenza categoriaGam, vince Amadori: offerta da 9.1 milioni di euro

Gam, vince Amadori: offerta da 9.1 milioni di euro

Il tribunale di Campobasso ha aggiudicato la gara per l’acquisto dei beni della filiera avicola molisana


CAMPOBASSO. Il tribunale di Campobasso ha assegnato la Gam alla Amadori. La decisione arriva a una settimana dall’udienza in cui il giudice Michele Russo aveva ascoltato le ragioni di entrambi le aziende in corsa per l’acquisto dei beni della filiera avicola molisana: la Dasco di Danilo Iannascoli – che sosteneva non fosse possibile effettuare rilanci avendo avuto il diritto di prelazione – e la Amadori, di posizione diametralmente opposta. Il magistrato ha chiuso così la gara pubblica per l’acquisto della Gam di Bojano, aggiudicata Amadori con un’offerta finale di 9,1 milioni di euro.

Come spiegato nelle scorse settimane da Giacomo Bartolini, direttore della pianificazione strategica di Amadori, l’azienda “vanta una solida tradizione di investimenti nel Sud Italia, dove è riuscita a rilanciare le filiere avicole trasformandole in vere eccellenze italiane, come avvenuto ad esempio in Puglia”. Di qui l’auspicio che anche in Molise si possano creare le condizioni per attuare un importante progetto industriale, all’interno di una prospettiva di stabilità e sviluppo che la solidità di Amadori può garantire.

Laconico il commento dell’azienda: in attesa dell’aggiudicazione vera e propria, “esprimiamo grande soddisfazione per gli esiti del provvedimento emesso dal giudice delegato”, dicono da Amadori in una nota. 

Come riferisce l’Ansa, “fino a quando le operazioni di vendita non saranno concluse saranno ancora possibili rilanci rispetto all’offerta presentata da Amadori. E’ quanto scrive il giudice Michele Russo nel provvedimento con il quale ha aggiudicato ad Amadori i beni della filiera. Il giudice ha dunque disposto che i curatori fallimentari procedano alla vendita ad Amadori, ma fino a quando l’atto non si concretizzerà chiunque potrà presentare nuove offerte al rialzo. Si attendono ora soprattutto le mosse del gruppo abruzzese Dasco, che ha in affitto parte dei beni e che nei mesi scorsi ha acquistato, al termine di una gara pubblica, i marchi Arena. La Dasco aveva offerto per l’acquisto dei beni poco più di 8 milioni di euro”.

 

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

Teatro a 1000 metri, il Rudens di Plauto in scena

Teatro a Mille metri, pubblico e consensi al ‘Sannitico’ di Pietrabbondante:...

Ospiti del sindaco Antonio Di Pasquo per la serata conclusiva con la commedia plautina 'Rudens' il Presidente Donato Toma e l'assessore Vincenzo Cotugno PIETRABBONDANTE. Si...