HomeNotizieCULTURA & SPETTACOLIL’antico rituale del fuoco torna a ‘infiammare’ Agnone

L’antico rituale del fuoco torna a ‘infiammare’ Agnone

Tutto pronto per dare vita domani alla ‘Ndocciata. Quest’anno sarà dedicata al XX anniversario della manifestazione offerta a San Giovanni Paolo II


AGNONE. Tutto pronto ad Agnone per dare vita alla ‘Ndocciata dell’8 dicembre. Quest’anno si è deciso di dedicare il rito del fuoco al XX anniversario della manifestazione offerta a S.S. Giovanni Paolo II, per rievocare lo straordinario ed irripetibile evento del 1996 benedetto dal Pontefice. A corollario dello spettacolo sono previsti vari appuntamenti di arte, cultura ed enogastronomia. La manifestazione, come da tradizione, verrà riproposta il 24 dicembre 2016 alle ore 18.00.

“La ‘Ndocciata è cosa antica” dicono i contadini di Agnone mentre, intenti alla costruzione delle gigantesche ‘Ndocce (torce di abete bianco e ginestre, alte fino a 4 metri), si apprestano a ripetere un rituale antico quanto le prime civiltà umane. Ogni anno, accompagnati dal suono delle cento campane della città, i gruppi delle contrade (Capammonde e Capabballe, Colle Sente, Guasta, Sant’Onofrio, San Quirico) costituiti da centinaia di portatori di tutte le età, accendono le ‘Ndocce e si incamminano verso il corso principale trasformandolo in un gigantesco ed emozionante fiume di fuoco e dando vita alla più grande manifestazione natalizia legata al fuoco che si conosca oggi nel mondo.

L’origine della tradizione del fuoco che ‘infiamma’ la Vigilia di Natale ad Agnone si perde nella notte dei tempi. Da principio la ‘Ndoccia (fonema dialettale che sta per grande torcia”) faceva parte certamente della ritualità pagana legata alla scadenza solstiziale del 21 dicembre. Anche gli antenati degli attuali abitanti di Agnone, gli Osci e i temibili Sanniti, erano legati al fuoco, ai suoi significati e alle sue suggestioni. E’ da questo legame che deriva certamente la tradizione ultramillenaria del fuoco solstiziale che si è evoluta nella ‘Ndocciata. Rito dedicato al sole ed al suo ciclo annuale fatto proprio dal cristianesimo e divenuto per questo fuoco in onore al Dio che nasce, al Cristo Luce e Salvatore del mondo.

La ‘Ndocciata, per la sua forza suggestiva e spettacolare, negli ultimi anni – come a tutti noto – si è definitivamente affermata nel panorama nazionale, assurgendo quale evento di maggior richiamo turistico della  regione.

Iscriviti al nostro gruppo Facebook ufficiale https://bit.ly/isNews_agora

isNews è anche su Telegram: clicca qui per iscriverti https://t.me/isnews_it

Per ricevere le nostre notizie su Whatsapp, clicca qui https://bit.ly/isnews_wa_iscrivimi e salva il contatto!

Più letti

La lunga notte degli artisti di strada, il 13 agosto ‘Termoli...

Spettacoli itineranti, musica, mangiafuoco e un laboratorio di danza in programma, nel borgo e sul mare TERMOLI. Un’intera serata dedicata agli artisti di strada. Le...